Aborto legale in Argentina. Battaglia vinta. Contro chi?

Aborto legale in Argentina. Tanta gente festeggia, si abbraccia. Si bacia. Battaglia vinta. Contro chi? Contro la pandemia? La povertà? La pedofilia? La schiavitù? No. Contro un altro essere umano, innocente, piccolo e indifeso.

Da oggi anche in Argentina, questi nostri fratellini e sorelline potranno essere legalmente uccisi nel grembo materno fino alla quattordicesima settimana. Naturalmente chi festeggia può farlo perché a quella stessa età dal grembo di sua mamma non fu trascinato via. E nacque. Buon anno.

Padre Maurizio Patriciello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.