Pelè nel ricordo di Gianni Mussini

San Siro, sera del 16 ottobre 1963. In programma l’andata della finale di Coppa intercontinentale tra Milan e Santos. Le luci a giorno sul verde del prato, e poi il rossonero della mia squadra e il bianco smagliante degli avversari: non andranno più via dalla memoria di quel ragazzino.

Si parte. Il Milan domina. Trapattoni annulla Pelè e addirittura segna il primo gol. Poi c’è un rigore per il Santos e Pelè lo realizza muovendosi da gran felino. Ma ancora il Milan, ancora un’insuperabile Trapattoni.

All’improvviso un fulmine a metà campo: Pelè supera l’avversario e dopo di lui un altro e un altro e un altro. Sino in porta, per un gol leggendario.

Alla fine fu 4-2. Il ragazzino tornò a casa felice per il Milan e per aver visto O Rey.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *