Cartelli che ci ricordano la direzione giusta

Sempre più spesso nello studio accolgo donne e uomini che arrivano disorientati dicendomi che nonostante non manchi nulla nella loro vita..non sono felici. A volte non sanno individuare un “problema” semplicemente non sono felici. Manca qualcosa. C’e un bisogno profondo a cui dare risposta, diverso, che negli ultimi anni è cambiato. Un qualcosa che non fa vivere appieno, a volte intangibile, non chiaro, che distrae.

“Qual’e il mio scopo qui? “

Mi e Si domandano.

Quando sento questa domanda mi rincuoro, perché è il primo passo del risveglio, individuale e collettivo. Rispondo con un respirone: “Bene!

Questa è un’ ottima partenza: il primo passo per iniziare a conoscersi. Sii felice di questo. Ora iniziamo a lavorarci su seriamente”

Questa consapevole insoddisfazione, sempre più chiara e forte, a cui si da’ voce, è il primo passo verso la libertà.

Falla parlare.

E tu…ti senti vivo?

Buona giornata fra un cornetto e riflessioni scomode ma Vitali.

𝘔𝘪𝘤𝘩𝘦𝘭𝘢 𝘝𝘪𝘵𝘢𝘭𝘪

𝘔𝘪𝘯𝘥𝘧𝘶𝘭𝘯𝘦𝘴𝘴 𝘊𝘰𝘶𝘯𝘴𝘦𝘭𝘰𝘳

& 𝘓𝘪𝘧𝘦 𝘊𝘰𝘢𝘤𝘩

𝑺𝒕𝒖𝒅𝒊𝒐 𝑺𝒂𝒍𝒐𝒕𝒕𝒐 𝑴𝒊𝒏𝒅𝒇𝒖𝒍𝒏𝒆𝒔𝒔

𝑷𝒆𝒓𝒄𝒐𝒓𝒔𝒊 𝑬𝒗𝒐𝒍𝒖𝒕𝒊𝒗𝒊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *