La solidarietà apre cammini dove le bombe distruggono

La rete della solidarietà che si è concretizzata con l’iniziativa “Cuori e mani per l’Ucraina” ha reso possibile la collocazione, presso la Cittadella, di un tendone mobile che permetterà ai volontari di Semi di Pace di selezionare, imballare e conservare i donativi di abbigliamento per le esigenze dei rifugiati accolti nel territorio, ma anche per gli invii in Romania ed in Polonia.Ci è gradito, quindi, ringraziare quanti hanno reso possibile il dono della preziosa struttura: Piero Moscardini, ex Disaster Manager della Protezione Civile; Marco Rognini della Naso All’Insù (Edy Srl) con sede a Varese e a Cesena; Ivan Venturi titolare dell’omonima ditta fornitrice di attrezzature professionali per la gestione del verde di Cesena, che ha materialmente consegnato, in Cittadella, il tendone aiutandoci nel montaggio con la collaborazione di Alessandro Sacripanti, responsabile della AEOPC di Tarquinia.

La solidarietà apre cammini dove le bombe distruggono!

Ecco il foto racconto della giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.