L’Immacolata, la mamma nostra

Non lo sentite voi il fascino di questa parola dolce, che raccoglie tutta la vostra speranza in me, che sono porta del cielo e canale delle grazie? Io sono il vostro legame col cielo, perché io appartengo a voi, e come madre sono la perenne pellegrina della terra; come regina del cielo sono la voce che loda Dio per voi.

La misericordia che io vi merito sta proprio in questo: Io non rendo vane le attività di Gesù Cristo, le accolgo io per voi, rispondo al suo amore io per voi, prego per voi, perché copro le vostre miserie con la potenza della mia carità, con la vita che in me continuamente si rinnova, le anniento innanzi al trono di Dio, non già come vostra responsabilità, ma le anniento in quanto esse impedirebbero il continuo diffondersi della potenza Redentrice e Sacerdotale di Gesù sopra l’umanità, e si metterebbero come base negativa di altri disegni suoi.


Il peccato della terra, che è tanto orribile, e che sale continuamente come male oscuro da tutte le parti, renderebbe il mondo indegno della carità di Dio.

Sono io la mamma vostra che accolgo l’azione di Gesù sopra i cuori; Egli la riversa tutta in me e da me passa sopra di voi. Così quello che voi rigettate non rimane frustrato ed inerte, ma si rinchiude nel mio Cuore come in un tempio vivente.

Questa è la ragione per la quale voi non potete ottenere nulla senza di me, e questa è la ragione per la qual io sono la mamma vostra. Dio è infinita vita e non può volere senza comunicare la vita.

La sua vita infinita si comunica nel suo Figliolo, si feconda nel suo Amore, ed è per questo che io fui predestinata Madre del suo Figliolo e Sposa dello Spirito Santo.

Io accolsi il suo Figliolo, e l’opera sua non fu vana, ma si rivolse tutta a me, preparata da Lui stesso a questa alta missione; io mi offrii allo Spirito Santo, il quale formò in me il corpo santissimo di Gesù, e mi fecondò mirabilmente, perché in me fosse cominciato il ritmo di tutto il creato in Dio solo, unico tutto ed unica vita.

Sono dunque la mamma vostra perché io genero veramente la vita! Per me tutto si è elevato in Dio: La generazione terrena, che è nel mondo l’occasione ed il termine di tante bassezze, in me è diventata l’offerta completa della creatura alla potenza di Dio, ed in questa offerta, per me, la creatura si è sposata ai disegni di Dio.

Per me la vita non è stato un insieme di eventi che si subiscono, ma è stato un atto di ragione e di amore, poiché io fui predestinata alla mia missione dalla sapienza e dall’amore di Dio, e compio la mia missione dandomi a Lui nella fede e nella carità.

Servo di Dio Don Dolindo Ruotolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.