San Giuseppe è come tutti quegli uomini che stanno nascosti, in seconda linea

«Tutti possono trovare in san Giuseppe, l’uomo che passa inosservato, l’uomo della presenza quotidiana, discreta e nascosta, un intercessore, un sostegno e una guida nei momenti di difficoltà. San Giuseppe ci ricorda che tutti coloro che stanno apparentemente nascosti o in seconda linea hanno un protagonismo senza pari nella storia della salvezza. A tutti loro va una parola di riconoscimento e di gratitudine.»

Con queste parole contenute nella Lettera apostolica Patris corde, Papa Francesco ha presentato  una personale riflessione sulla figura di san Giuseppe in occasione del centocinquantesimo anniversario della sua dichiarazione quale patrono della Chiesa universale, effettuata dal beato Pio IX l’8 dicembre 1870. L’uomo che ha avuto il coraggio di assumere la paternità di Gesù, tanto vicino alla condizione umana di ciascuno di noi, viene osservato dal pontefice da diverse prospettive, in quanto padre amato, padre nella tenerezza, padre nell’obbedienza, padre nell’accoglienza, padre dal coraggio creativo, padre lavoratore e padre nell’ombra. IL papa ha  indetto uno speciale Anno di san Giuseppe, iniziato con la solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria dello scorso anno  e che terminerà tra pochissimi giorni all’8 dicembre prossimo ..

Sevemaster

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.