Bibbiano globale. Cosa c’è dietro l’obbligo vaccinale dei minorenni

Da decenni ormai il potere nascosto, quello vero, delle élites al di là del bene e del male, ha come obbiettivo i bambini, i nostri figli.La destrutturazione e la distruzione sistematica della famiglia e delle sue figure fondanti e imprescindibili. Film e canzoni che la descrivono come una sentina di soprusi, violenze, vessazioni. Il vomito ideologico contro la famiglia composta da padre, madre e figli, e recepito dalla legislazione dei diritti, che ha aperto la voragine su una sempre cangiante ridefinizione della sua natura. L’attacco reiterato alla figura del maschio, marito e padre, con le leggi sul femminicidio, le campagne mediatiche che lo mettono in cattivissima luce, insinuando nella donna, fin dalle adolescenti, la sua intrinseca malvagità; con la femminilizzazione del maschio, che erode le sue caratteristiche peculiari autorità, autorevolezza, forza e coraggio.

La conseguente evaporazione della figura del padre nei figli, facendo di questi degli orfani raminghi pronti a consegnarsi a qualsiasi affetto capace di sedurli. Parallelamente, lo stupro spirituale e fisico della donna, nel suo essere sposa e madre. L’aborto insinuato come un diritto nella sua anima e mente di minorenne, che polverizza la vocazione materna sostituita dall’egoismo che muove guerra alla sua biologia del dono di sé stessa. Il femminismo spacciatore di menzogne, di presunte e inesistenti uguaglianze al posto della diversità che realizza la sana complementarietà tra maschio e femmina. La illusoria parità di genere che genera mostri innaturali che vegetano nella frustrazione, sempre sull’orlo del suicidio interiore. La donna autodeterminata, sbiadita in ipocrite quota rosa che le mettono sul bancone della carne nel negozio dell’ideologia. Donne oggetto illuse, sedotte e abbandonate, forni a pagamento per figli a menu; donne ingannate che smettono di essere spose e madri, lasciando i figli orfani della propria origine d’amore, tenerezza, misericordia.

La dottrina gender che vogliono rendere obbligatoria nella scuola, un lavaggio del cervello che cancelli l’eredità biologica e spirituale costituente la persona che i figli ricevono in famiglia. Un abominio che progetta stragi interiori nei nostri figli, bombardamenti atomici che ne snaturano sessione sessualità, e sulle cui rovine potranno scrivere ciò che vorranno, in antitesi ad ogni Verità rivelata da Dio. La lunghissima marcia della tragicamente detta “liberazione sessuale”, che ha silurato gli adolescenti nel mondo delle relazioni sessuali senza sapere altro che la pornografia indotta dal potere, vera pedofilia di Stato con cui si feriscono inguaribilmente i ragazzi. Cosi drogati da un piacere esorbitante le loro capacità, spesso assuefatti a canne e pasticche, i, figli sono strappati alla lenta maturazione della propria sessualità nell’ambito della famiglia, dove si imparano le relazioni, il dono e il perdono ad esempio, il rispetto e la pazienza. L’ecologismo alla Greta che spinge i ragazzi ad aderire a un’ideologia in virtù di un lavaggio del cervello che li anestetizza verso ogni pensiero critico. Mentre li foraggia con i nuovi gadget digitali li fa sentire buoni e dalla parte giusta portandoli a scioperare dalla scuola in nome dell’ecologisco contro l’uomo e malthusiano. Anche così sono sfilati dall’autorità educativa della famiglia. L’abbassamento dell’età in cui i cittadini possono votare, addirittura sotto il limite che li definisce maggiorenni, non è altro che un altro fendente lanciato contro l’ambiente educativo della famiglia.

Ovvio che se un sedicenne può votare non ascolterà certo i propri genitori. La campagna subdola e intessuta di sofismi, violenta e militaresca, sull’obbligo morale della vaccinazione dei minori è solo l’ultimo passo di questa marcia satanica con cui il potere vuole strappare i figli alle proprie famiglie. Per capire quello che sta accadendo bisognerebbe studiare Pol Pot, come ogni dittatura fascio-comunista. E Paesi come Giappone, Corea e Cina, dove l’educazione è già appaltata alla scuola e, di conseguenza allo Stato. Le parole gravi delle più alte cariche dello Stato che inducono e spingono all’obbligo vaccinale dei minori appongono il timbro dell’autorità civile su questo progetto abominevole, con cui le famiglie sono esautorate, consenzienti, da ogni responsabilità educativa. E con il crisma della solidarietà civile…

Il punto non è neppure l’utilità e i rischi del vaccino per i minori, che pure è tema dibattuto. Il punto è che proprio quanto sta accadendo rivela senza alcun dubbio l’obbiettivo vero del potere dei “nazisti con i guanti bianchi”: trasformare il mondo in una grande Bibbiano, nella quale plasmare i nostri figli e renderli figli dell’ideologia, del consumo e della transizione digitale. Figli post-umani guidati da remoto nel pensiero, nei diritti-desideri, nelle scelte e nella vita. Occorre per questo pregare senza sosta e custodire la fede, trasmettendola con credibilità ai nostri figli. Difendere quindi, a costo del sangue se necessario, il deposito della fede e la santità delle nostre famiglie. Nella certezza che il demonio non prevarrà, e il Signore risorto ci farà presto giustizia dell’avversario. Perché la famiglia cristiana salverà il mondo.

Don Antonello Iapicca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.