Sulla stessa nostra barca in tempesta c’è Gesù: non svegliarlo!

La barca che attraversa il mare in tempesta è una bella immagine della Chiesa. Essa gode sempre della presenza di Gesù, benché sembri che egli dorma, sembri assente. I discepoli sanno che egli è con loro. La Chiesa nel mondo è sempre stata e sarà sempre investita da venti contrari, e sempre corre il pericolo che le onde del mare la riempiano, che le mentalità e le abitudini del mondo entrino in essa tanto da correre lo stesso pericolo sia chi è dentro che chi è fuori. 

Sei convinto che egli non vede e non sente? Ti sembra che non si curi della sorte della barca in cui egli sta riposando? Gesù continua invece ad aver fiducia nel Padre, che sa e vede tutto e provvede alle necessità dei suoi figli con la sua onnipotenza.
Quando ti assale la tempesta della prova, del dolore, del male,  della crisi di fede , la paura per il presente o per il futuro ricordati del sonno di Gesù nella barca. Non andare a svegliarlo, ma mettiti a riposare accanto a lui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.