Parco Naturalistico dell Uccellina – Sabato 22 maggio 2021

Signori Tiburziani, amici de Ilcentuplo
affrancati, più o meno, dalle imposizioni COVID, Vi propongo infine questa ultima uscita prima della chiusura dell’attività della stagione primaverile del Gruppo. Spero soltanto, di aver elencato tutto ciò che avevo in mente di dire. Note utili da prenderne atto per una tranquilla… giornata nel meraviglioso incanto del Parco dell’ Uccellina di Alberese (Gr)

Sabato 22 Maggio 2021
Escursione di Km. 13 circa
Natura ed archeologia

PARTENZA CON AUTO PROPRIE ORE 8.00 PARK. RITROVO PRESSO IL TRIBUNALE CIVITAVECCHIA
(RIPETO DICASI ORE 8.00 “OTTO” DELLA GIORNATA DI SABATO 22/5)

PER GIUNGERE AD ALBERESE

ALBERESE – SEDE DEL PARCO – SI RAGGIUNGE PERCORRENDO UN TRATTO DELL’A12 E L’AURELIA VERSO GROSSETO. SI ESCE POI A DESTRA DELLA CONSOLARE DOPO CIRCA 90 KM. E CI SI DIRIGE VERSO LA CITTADINA. POCO FUORI DI ESSA SI TROVA IL PARCHEGGIO E LA BIGLIETTERIA PARCO.

PERCORRENDO L’AURELIA SI CORRE IL RISCHIO DI MULTE PER ECCESSO DI VELOCITA’, SI INCONTRANO SEMPRE DISPOSITIVI FISSI E MOBILI. PER EVITARE GLI EFFETTI DI QUESTI SPIACEVOLI INCONVENIENTI E’ OPPORTUNO VIAGGIARE ALLA VELOCITA’ IMPOSTA DALLA SEGNALETICA STRADALE CHE VA DAI 90 KM ORARI AI 70.)

°°°°°°°°

PUNTI DI SOSTA LUNGO IL PERCORSO


(1)
(Partenza)

PARK TRIBUNALE DI CIVITAVECCHIA


(2)
SECONDA SOSTA
PARCHEGGIO CENTRO VISITE PARCO ALBERESE PER LA BIGLIETTERIA
(ove sono presenti servizi bagno)


(3)
SOSTA DEFINITIVA AUTO
E PUNTO PARTENZA ESCURSIONE
PARCHEGGIO PINOTTOLAI ENTRO IL PARCO
(Da qui parte l’escursione. Luogo che si raggiunge con le vetture dopo aver pagato il biglietto di ingresso e percorso un tratto di strada di 3 – 4 Km)


L’ESCURSIONE ENTRO IL PARCO

A2 Torri di Castel Marino e Collelungo


Si inizia con la classica traversata della Pineta Granducale nel Parco, per proseguire l’escursione secondo quanto di seguito indicato.

…………….

Per meglio assecondare il sistema organizzativo ed assicurarsi un immediato e sicuro accesso all’Uccellina prendere nota di quanto segue (se possibile stampare i punti più indicativi di quanto raccomandato, per utili consultazioni lungo il percorso):

1 … Non perdere contatti con le guide sia in auto che nel corso dell’escursione.

2 … L’anticipo alle ore 8 della partenza dal Park del Tribunale di Civitavecchia, è stabilito per giungere “presto” al Centro Visite di Alberese.

3 … Giunti in Alberese, verso le ore 9.20 c.a. … parcheggiata “temporaneamente” la vettura avanti il predetto Centro visite, ciascuno provvederà, con cortese sollecitudine, a recarsi alla biglietteria per pagare il ticket di accesso (c.a. euro 10 pers.) presenti anche servizi bagno. Qui richiedere le utili cartine dei sentieri (gratis).

4 … Coordinarsi con le Guide Tiburzi, per una ripartenza comune (non distogliersi) … dobbiamo risalire in macchina per portarci in luogo c.d. Pinottolai (distante 3 o 4 Km. partenza escursione). Occorrerà superare una barriera con accesso consentito previa introduzione nella fessura dell’apposito dispositivo di controllo del biglietto magnetico di accesso ricevuto. Lo stesso procedimento verrà ripetuto al ritorno. Si raccomanda di munirsi di un portadocumenti per introdurre i biglietti di accesso. E’ consigliabile qui riporre anche le chiavi della vettura, da conservare in una tasca sicura dello zaino. I biglietti potrebbero essere richiesti per controllo da personale del Parco. Necessario viaggiare con le macchine a vista. Nel parcheggio di Pinottolai ci ricompattiamo per partire, tutti insieme per l’escursione. Le caratteristiche dei luoghi verranno brevemente fornite sul sito Tiburziano (o dal sottoscritto direttamente entro il Parco). In linea di massima, percorreremo un bel tratto del percorso A2 (Pineta Granducale). Ci porteremo sul Colle panoramico della Torre di Castel Marino, tangente alle bellissime Falesie con le loro Grotte Marine (sono cavità carsiche già abitate dall’uomo di Neardenthal circa 50 mila anni fa Gli scavi condotti dal Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università di Pisa hanno permesso di accertare che lo strato più basso del riempimento di una di queste conteneva resti di pasto e strumenti di selce del Paleolitico Medio abbandonati da quel nostro antenato). Di seguito ci porteremo alla Torre di Collelungo, sulla spiaggia per il pranzo. Per il ritorno si può percorrere la spiaggia fino a Marina di Alberese per risalire la strada asfaltata verso il parcheggio auto di Pinottolai, od una comoda sterrata, parallela alla costa marina, che riporta al punto di partenza. Ribadisco … alla biglietteria farsi consegnare le cartine degli itinerari.

5 … Per quanto possibile consiglio di portare più che sufficiente acqua al seguito (suggerirei 1,5 o 2 litri a persona).

6 … In due tratti del percorso si debbono fare i conti con le zanzare, ovvero area sosta ristoro Spiaggia Alberese (ci si passa nel pomeriggio), e parte terminale del canale Granducale (poco prima di giungere in spiaggia). Per ovviare a questo spiacevole inconveniente consiglio pantaloni lunghi, una camicia a maniche lunghe e l’uso di spray antizanzare per proteggere viso e mani. Consigliati anche un cappello per proteggersi dal sole, delle ciabatte da mare da calzare sulla spiaggia, un costume da bagno, perché sosteremo almeno 2 ore sulla spiaggia ed a qualcuno verrà in mente di fare un bel bagno. Un Kway ed un ombrellino – per evenienze meteo contrarie – da lasciare in macchina in caso di giornata serena accertata. Utili teli od asciugamani per stendersi sulla meravigliosa spiaggia di Collelungo.

.

7 … Per il ritorno alle vetture, si potrà seguire il tratto di spiaggia (3 km. c.a.) per portarsi sulla strada asfaltata, che chiude l’anello del percorso A2, oppure seguire un bel sentiero abbastanza evidente ed indicato sufficientemente, diverso da quello effettuato all’andata, ma a questo parallelo. Ognuno potrà scegliere il percorso di ritorno, in genere si formano due gruppi che poi si ricongiungono al park Pinottolai – sulla spiaggia presente un tratto frequentato da nudisti, non tutti di piacevole aspetto. Per quanto i sentieri di andata e ritorno siano segnati da cartelli, alla biglietteria farsi consegnare le cartine che indicano i facili itinerari sommariamente indicati.

8 … Alla biglietteria non lasciar trapelare che si fa parte di un Gruppo organizzato, pena l’imposizione di una guida a pagamento, spiacevole e limitante dei movimenti! (Imposizione per gruppi composti scatta da 20 presenti almeno).

Il Parco dell’Uccellina, per la sua straordinaria bellezza, ad alcuni stupirà e lascerà scioccati da “sindrome di Stendhal”.

Stralcio note e raccomandazioni dell’Ente Parco

Come comportarsi

Rimanere sui sentieri indicati e seguire le indicazioni delle guide.

Rispettare le piante, gli animali e l’ambiente e non portare via nulla di ciò che s’incontra lungo i sentieri.

Evitare di creare rumori

Non disturbare gli animali selvatici e non dar loro cibo. Questa pratica può provocare la trasmissione di patologie, creare dipendenza di alcuni individui dall’uomo e interferire nei cuccioli con il processo di apprendimento che li rende in grado di procacciarsi il cibo autonomamente. Per l’uomo esiste inoltre il concreto pericolo di ricevere morsi (anche involontari) con possibile trasmissione di patologie.

Non lasciare rifiuti.

Non fumare lungo gli itinerari.

Non accendere fuochi perché oltre ad essere vietato, può essere molto pericoloso.

Non introdurre animali domestici, anche se al guinzaglio. La loro presenza può essere fonte di disturbo, diretta o indiretta, per molte specie di fauna selvatica. Alcune patologie “fisiologicamente” presenti nelle popolazioni selvatiche possono inoltre essere trasmesse al cane mediante escreti eventualmente presenti sul terreno o sulla vegetazione.

Un caro saluto a Voi tutti … partecipanti e non, ed un augurio di buone vacanze!

                                                                                        Vanì  del Tiburzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.