Anche se amassimo centinaia di persone ma avessimo rancore per una sola…non stiamo amando nessuno.

La Buona Novella – Breve commento al Vangelo della XXIII Domenica del tempo ordinario (Anno A) . Matteo 18,15-20

La pedagogia della riconciliazione insegnata da Gesù nella pericope evangelica di oggi non ammette arresa di fronte all’ostinazione di chi resta duro come marmo nel suo isolamento relazionale e nella sua colpa commessa.

L’amore predicato dal maestro di Nazareth è più forte dell’odio e disarma la vendetta con perdono, senza escludere la correzione nella giustizia e nella carità.

Le tappe di questo tenace e paziente recupero di un fratello o di una sorella che vive nel peccato non è solo in attivo ma anche in passivo. Mi spiego meglio riguarda noi che ascoltiamo e leggiamo questo Vangelo sia quando siamo noi i ‘recuperabili’ dal male sia quando vestiamo i panni dei ‘recuperatori’ di chi è rimasto nel laccio della solitudine e della sofferenza dello spirito.

In ogni caso è volontà di Dio che l’uomo non sia solo e triste, che nemmeno uno dei suoi figli e delle sue figlie vada perduto. Il progetto del Creatore è la comunione e la volontà del Redentore è che l’uomo viva nella festa della fraternità universale. Ma anche il contrario, che viva la fraternità come una festa universale. Non sono solo giochi di parole, mai versanti di una vita in armonia con se stessi, con l’altro, con il creato e infine con Dio.

Fratelli tutti!
Sorelle tutte!

Anche se amassimo centinaia di persone, ma avessimo rancore per un solo uomo o una sola donna .. non stiamo amando nessuno.

La fraternità non è la cifra di tante connessioni sul web, il totale dei followers e dei compagni di comitiva la sera. La fraternità è lo spirito di Cristo in noi che guarda tutti con occhi sereni, benigni e innamorati.

Buona Domenica
Don Dom 😊🌿

Un pensiero riguardo “Anche se amassimo centinaia di persone ma avessimo rancore per una sola…non stiamo amando nessuno.

  • 6 Settembre 2020 in 20:06
    Permalink

    Eh. Si. L’amore non è quantitativo, ma qualitativo. Noi non diciamo… Amo tutto il mondo. Ma solo quando sapremo come amare una sola persona… Sapremo come amare tutti. Ma poiché non sappiamo come amare (per davvero) una sola persona, il nostro amore per l’umanità é fallace. Quando si ama non è questione di uno o di molti, vi è soltanto l’amore…..e tutti i problemi potranno risolversi. Potremo conoscere la felicità e la intima fratellanza che ci unisce in questo cammino esistenziale.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *