Ezio Bosso: mi hai bucato l’anima e ora rimangono solo le tue note dentro

L’energia che mi hai dato, la luce dei tuoi occhi, la tua musica, le tue note, il tuo non fermarti mai, le tue birre, la “discussione” sul vino che per me doveva essere bello corposo e del Sud e tu che mi rimproveravi dicendo che il vino non era quello, il dibattito a cena sulla filosofia teatrale di Brecht, la voglia che avevi di far arrivare la musica a tutti e la bravura che avevi nel centrare l’anima della gente.

La mia di anima l’hai bucata e ora rimangono solo le tue note dentro.

Ti immagino su di una immensa nuvola, tu vestito di nero, in mezzo al bianco, circondato da dolci damigelle, a comporre ancora e ancora.

Ciao Ezio.

Grazie di avermi permesso di lavorare con te

Barbara Cinque

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.