I testimoni sono gli indicatori della Vita

Lo Spirito Santo protagonista con Gesù e il Padre nel battesimo al Giordano ci ricorda che Gesù è l’unto del Padre. Il Cristo agisce sempre in comunione con Dio Padre per mezzo dello Spirito che è disceso su di lui.

Parola di Vita

Introduzione al Vangelo della Domenica

II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

  • Gv 1, 29-34

Ritroviamo ancora insieme il Battista e il Messia nell’icona biblica domenicale. Il tempo ordinario in piena continuità con il mistero celebrato del Natale del Signore ci apre il sentiero della ferialità con la testimonianza del profeta, la discesa dello Spirito e la manifestazione del Salvatore.

Testimonianza. Giovanni Battista nella fede riconosce Gesù come messia e salvatore e lo indica presente al mondo.

Ecco chi sono i testimoni: degli indicatori della Via, delle mani tese ad aiutare i distratti a riconoscere la Luce. Testimoni oculari in tutti i sensi. Hanno visto Dio col cuore, e lo rendono accessibile con la loro vita, con l’annuncio e con la coerenza.

Lo Spirito Santo protagonista con Gesù e il Padre nel battesimo al Giordano ci ricorda che Gesù è l’unto del Padre. Il Cristo agisce sempre in comunione con Dio Padre per mezzo dello Spirito che è disceso su di lui.

La manifestazione. Gesù si rivela come Agnello. L’animale più docile e mansueto. Inerme e buono. Mite. Lui è l’offerta sacrificale che salverà il mondo dal male. Lui ci ha salvato dal peccato e dalla morte. Non c’è più spazio per la paura e la tristezza. Dio è disceso in mezzo a noi e cammina con noi.

L’agnello ha salvato le pecore. L’agnello immolato non è abbattuto ma in piedi. L’agnello lava le colpe e ci conduce a verdi pascoli di gioia e di pace.

Buona Domenica
Don Domenico Savio Pierro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.