Quando i Persiani non distrussero la Basilica della Natività

Il pellegrinaggio in Terra Santa è stato il viaggio più bello della mia vita…. tante cose sono accadute percorrendo luoghi e storie piene di significato. Questi luoghi dove poi Gesù è passato sono stati individuati grazie ai resti delle chiese Bizantine.

Nell’anno 320 D.C.  Costantino decreta la fine della persecuzione dei cristiani da parte dei romani, inizia un periodo fiorente per le comunità che iniziano ad edificare queste chiese bizantine nei luoghi più cari ai fedeli.

Intorno al 600 D.C. i Persiani cominciarono a distruggere tutte le chiese bizantine ma accadde un fatto: a Betlemme, nella chiesa bizantina, era rappresentato sulla facciata un mosaico con i Re Magi ed i Persiani, alla vista di quei personaggi che erano vestiti come loro, pensarono che fosse un tempio che in qualche modo rappresentava il loro popolo e quindi non lo distrussero, per nostra fortuna!

Negli anni la Basilica della Natività ha subìto ampliamenti e costruzioni ma resta ed è il luogo certo della nascita di Gesù.

Buon Natale 2019

Ivano

Mosaico (S. Tommaso) dentro la basilica della Natività
Ingresso Grotta Natività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.