Madonna del Latte: un capolavoro così in vista che non lo nota nessuno

A fianco della cantina vinicola Arnaldo Caprai (dove producono ottimo vino che fa bene al cuore, allo spirito e alla cultura) ho scoperto la piccola frazione di Maceratola e la splendida edicola della Madonna del Latte del Mesastris.

“Maceratola è una frazione del comune di Foligno, in provincia di Perugia.
Il nome “Maceratola” deriva da una fase del processo di lavorazione della canapa, la maceratura; fase che avveniva in alcune vasche o maceri pieni d’acqua ed era seguita dalla sbiancatura. Il paese è situato a ovest rispetto alla città di Foligno, della quale costituisce l’immediata periferia sud. Nei pressi di questa grossa frazione nella campagna di Foligno, ancora attiva è un’edicola rinascimentale detta Madonna del latte, che contiene un dipinto di una Madonna che dà il seno a Gesù bambino, fra due Angeli reggi cortina; sugli sguanci, Sant’Antonio da Padova e S. Rocco(?) attribuita al pittore folignate Pierantonio Mesastris (fine XV secolo).
All’immagine ricorrono, come scriveva nel secolo scorso il Faloci, “Le donne che non hanno latte bastante per i loro bambini… ove per ricordo degli ottenuti favori appendono le piccole cuffie dei bambini stessi“.
Per l’antica devozione popolare la stessa rappresentava un Santuario Terapeutico, un luogo sacro a cui rivolgersi per ottenere grazie e miracoli soprattutto per i bambini.” (da www.iluoghidelsilenzio.it)

Grazie alla prima nebbia autunnale ho sostato un po’ per il mio silenzio quotidiano e ho potuto raccogliermi qualche istante in preghiera prima di continuare il mio viaggio.

Guarda altre foto di Maceratola

Guarda il mio video su Maceratola

maceratola1 maceratola2 maceratola3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.