Gli ultimi saranno i primi: ciao Valentino!

Non lo conoscevo di persona, ma mi capitava spesso di vederlo seduto all’ultimo banco a messa nella mia parrocchia di San Lino, con il suo rosario al collo. Valentino era uno degli “ultimi”, uno di quelle persone sfortunate, a cui la vita ha riservato poche soddisfazioni. Mi diceva l’amico Alessandro Bianchi (che si occupava spesso di lui), che era vittima dell’alcool, e che spesso lo ritrovavano nella Pineta Sacchetti riverso per terra a causa delle sue bevute. Ma nello stesso tempo aveva una grande forza d’animo, e cercava in tutti i modi di risollevarsi.

Anche l’amica Anna Casucci si occupava spesso di lui nel centro Caritas della nostra parrocchia, ed è stata la prima a comunicarmi la notizia della sua tragica scomparsa. Pure lei diceva che era un uomo fragile ma buono, desideroso di vivere e di vincere le difficoltà.

Ultimamente viveva in un dormitorio della Comunità di Sant’Egidio. Ma tra la notte di giovedì e venerdì lo hanno ritrovato impiccato in un parco pubblico alla Giustiniana. Vedendolo in quelle condizioni (a mala pena si teneva in piedi sul suo bastone), ho subito pensato che da solo non sarebbe mai riuscito a commettere un gesto simile. Questo mio pensiero è condiviso da diverse persone che lo conoscevano, compreso don Francesco, il nostro parroco, che ieri durante la messa gli ha dedicato un pensiero e una preghiera.

Non sappiamo pertanto se il suo è stato un gesto disperato o se invece è caduto vittima di qualche vigliacco balordo. Nel secondo caso, spero vivamente che si faccia di tutto pur di assicurare alla giustizia i colpevoli.

Valentino era uno degli ultimi. Valentino era uno di quelli di cui forse “nessuno sentirà la mancanza”, di cui nessuno si accorge. Valentino è uno di quegli ultimi che diventano i primi. Sarà Valentino ad aprirci la porta del Paradiso! Sarà lui uno dei giudici che misurerà con quanto amore siamo stati capaci di amare!

 

22008058_10214199592321674_9205244481864121801_n

One comment

  • Halina Soltys

    Conoscevo bene Valentino ,faccio volontariato alla caritas San Lino .Valentino era una persona buona malgrado tutti problemi di salute che avevesse veniva sempre in chiesa la domenica e durante la settimana,era un uomo bravo cordiale e gentile e molto silenzioso .Non lo mai visto ne sentito parlare male o litigare con prossimo. Mentre mi salutava sorrideva sempre chiedeva di mia figlia anche se la vedde solo alla messa.Era un uomo bravo e educato, cercava compania conforto nel prossimo anche poche parole per lui era una gioia immensa non è possibile che un uomo così potesse fare un gesto del genere.Non credendo assolutamente.Valentino andato in Paradiso .Da quando ho saputo di questa brutta notizia non mi do pace spero che verità venga a galla e che colpevoli pagano per un gesto orendo che hanno compiuto. Per me lui non era mai ultimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *