Il (quasi) segreto della (quasi) felicità

conero

Con Alessandra e Giordano ci siamo conosciuti 13 anni fa in viaggio di nozze con partenza da Fiumicino aeroporto. Per quello che la vita ci ha permesso siamo rimasti sempre in contatto ma forse era almeno 10 anni che non ci vedevamo così, quasi a pezzi: però ci siamo visti. Allora oggi tornando a casa mi sono domandato, amici miei: quale è il segreto della feclità? Ma per non sembrare troppo saccente aggiungo un quasi e vi rispondo, con le

Non distruggete la mia Alatri con la vostra cronaca nera

alatri

Alatri (la MIA Alatri) su tutti i giornali non per la sua storia fatta di Ciclopi e tradizioni ma per una drammatica storia di cronaca nera. Io non ci credo o forse non vorrò crederci mai. Alatri è il paese dove sono nata, tutti ci conosciamo (e vedrai che nonna trova anche la giusta parentela tra le persone, perché tutti siamo parenti, anzi fratelli). Alatri è la mia isola felice dove sapevo di potermi rifugiare, la mia famiglia,l a mia

Le “mammeparco”

img_6504

Avete presente quelle mamme che ogni giorno rimangono dalle due alle tre ore al parco? Ecco io quelle le ho ribattezzate “mammeparco”! Si ritrovano fra loro perché hanno atteggiamenti e modi di essere molto simili. Hanno la fastidiosa abitudine di parlare a voce molto alta che a volte le loro risa superano gli schiamazzi dei bimbi. Lungi da loro dare un’occhiata, anche solo furtiva, ai propri pargoli che in quel momento vogliono far vedere alla mamma quanto sono bravi a

“Alla ricerca delle radici del male” di Israel Cesare Moscati

alla_ricerca_delle_radici_del_male

Non è possibile parlare della Shoah senza pensare al dovere morale della “Memoria” in senso pieno. Una memoria che non deve solamente “ricordare”, ma fare appunto “memoriale”, ossia “attualizzazione” di ciò che è stato, e fare in modo che non si ripeta più. Il nostro mondo è perennemente attraversato dal dolore, e solo qualche giorno fa la nostra Europa è stata nuovamente oggetto delle attenzioni violente dell’Isis, che ha colpito Londra e il Parlamento di Westmister. Il fare memoriale ci

Caro Ladro ti scrivo (testimonianza diretta)

ladro-in-azione

Caro Ladro, sei apparso sui gradini dietro di me nella serata, mentre tornavo a casa, serena per la buona  trasferta di lavoro e lieta per ritrovare la mia famiglia.  Un lampo. Nessuno nella strada e nella piazzola illuminata ma all’ improvviso eri dietro di me. Ho captato la tua ombra, ho intuito il tuo respiro, forse avevi corso per raggiungermi. Io, la tua preda.  Mi sono voltata e ti ho visto. Cappuccio in testa, volto coperto con qualcosa di bianco. 

E’ proprio vero che i paesi Scandinavi sono i più felici al mondo?

14/06/2010 - 2010 FIFA World Cup - Netherlands vs. Denmark - Denmark fans covered in body paint - Photo: Simon Stacpoole / Offside.

La Svezia è il paese con il 50% di donne in parlamento, con teoricamente il maggior equilibrio di gender in tutti i settori ma con il più alto tasso di stupri di tutto il mondo (dopo il lesotho). Svezia e Norvegia hanno il più alto tasso di consumo di antidepressivi del mondo con circa il 30% della popolazione in trattamento in qualche fase della vita ed il più alto tasso di suicidi al mondo!. In Danimarca la maggior parte delle

Sono molto più uomo di quello che pensi

cimg0239

Ecco un’altra delle mie frasi storiche! Magari sarà una di quelle frasi che ricorderanno al mio funerale chissà! (mamma e papà che leggete, tranquilli è una frase ad effetto, sto bene!) Una frase ad effetto, che serviva alla matricola di ingegneria per farsi spazio in un mondo mascolino. In verità il mondo maschile non è stato mai lontano da me, sono nata e già avevo un fratello più grande con cui ho giocato a Barbie sì, però con Ken che

Perchè alla Madonna di Pompei ho chiesto la Grazia del lavoro

madonna-di-pompei

Per lavoro mi capita spesso di girare il Centro Italia e incrociare luoghi stupendi (che provo un po’ a raccontare anche qui) dal punto di vista paesaggistico ma anche religioso. Ultimamente soggiorno spesso a Pompei e, quando riesco, allungo la mia schiena oppressa dai chilometri in auto, fino al Santuario della Madonna del Rosario per pregare un po’, restare in silenzio, ascoltare. L’ultima volta sono arrivato nei pressi del Santuario e, appena entrato, un gentile signore con il fratino con

Buona Festa del Papà soprattutto a te che sei stato un papà prezioso

festa-papa

Un giorno , sei decenni fa, sei diventato il mio papà.  Sono nata fra  le mani di medici e  ostetriche, da una mamma che mi ha proiettato nel mondo. Tu non mi hai vista subito, non era costume allora, non c’erano nursery  con vetri speciali. Ma sono nata  con un voto che avete fatto alla Madonna di Pompei, scegliendo me, se ci fosse stato pericolo al parto.  E  come me sono nati altri fratelli , cinque, tutti maschi.  Ti vedevamo

Quando sento dire che Dio è come un Padre

papa

Quando sento dire che Dio è come un Padre ho sempre i brividi dettati dal timore di non essere all’altezza di questo ruolo. Eppure la Grazia ha voluto che io fossi padre di tre figli naturali (cosiddetti) e di uno affidato e quindi sto imparando ad allargare il mio orizzonte di Paternità. Prego per avere Dio come modello provando ad imitarlo in modo che conoscendomi si possa continuare a parlare di Dio come un Padre. Buona Festa dei Papà a