Anziani e giovani sono preziosi

Conosco una persona che a 83 anni lavora ancora nel suo laboratorio di falegnameria. Ha iniziato come garzone che non era ancora quattordicenne. Colloquiando con lui abbiamo parlato dei giovani d’oggi. Mi ha sorpreso quando ha detto:” Non è vero, come si dice, che i giovani non hanno voglia di lavorare. I giovani sono preziosi”.

Forse mi sbaglio, ma dubito che molti giovani, o anche adulti, userebbero lo stesso aggettivo “preziosi”, parlando degli anziani. Eppure quanto sono utili, ad esempio, per dare una mano con i nipotini. L’esperienza, la saggezza della vecchiaia illumina la vita dei bambini, dei giovani, degli adulti e dell’intera comunità. Anche gli anziani sono “preziosi”. Non dovremmo dimenticarlo mai.

Lorenzo Guzzeloni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *