Della paura

Con profondita’ e con un po’ di fatica questa settimana durante gli incontri di Mindfulness Counseling abbiamo riflettuto sulla paura.Il tema è emerso spontaneamente durante le sedute individuali e “stranamente” anche durante le pratiche e le riflessioni di gruppo. A volte ci sono temi pesanti che entrano con forza e, anche se e’ faticoso sostenerli, sappiamo che è giunto il momento di entrarci in contatto con onestà e pazienza. Al termine delle riflessioni e della pratica di consapevolezza, ho chiuso gli incontri leggendo un pezzo per me importante che sempre mi commuove, perché svela la nudità e la bellezza dell’essere umano.

“𝐶ℎ𝑖 𝑠𝑒𝑔𝑢𝑒 𝑙’𝑒𝑛𝑒𝑟𝑔𝑖𝑎 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝑒𝑟𝑟𝑜𝑟𝑒 𝑓𝑎 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑠𝑢𝑎 𝑣𝑖𝑡𝑎 𝑢𝑛 𝑙𝑖𝑏𝑟𝑜 𝑑𝑖 𝑡𝑒𝑠𝑡𝑜, 𝑙𝑎 𝑠𝑡𝑢𝑑𝑖𝑎 𝑙𝑎 𝑐𝑜𝑛𝑜𝑠𝑐𝑒 𝑙𝑎 𝑠𝑐𝑎𝑣𝑎 𝑒 𝑠𝑐𝑎𝑣𝑎𝑙𝑐𝑎. 𝑃𝑎𝑟𝑡𝑒 𝑠𝑒𝑚𝑝𝑟𝑒 𝑑𝑎 𝑠𝑒’ 𝑒 𝑎 𝑠𝑒’ 𝑟𝑖𝑡𝑜𝑟𝑛𝑎, 𝑝𝑒𝑟 𝑚𝑒𝑡𝑡𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑝𝑟𝑜𝑣𝑎 𝑞𝑢𝑒𝑙 𝑐ℎ𝑒 ℎ𝑎 𝑠𝑝𝑒𝑟𝑖𝑚𝑒𝑛𝑡𝑎𝑡𝑜. 𝐴𝑙𝑙𝑜𝑟𝑎 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑢𝑛𝑎 𝑛𝑢𝑣𝑜𝑙𝑎 𝑠𝑖 𝑠𝑐𝑖𝑜𝑔𝑙𝑖𝑒 𝑛𝑒𝑙𝑙’𝑎𝑟𝑖𝑎, 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑙𝑎 𝑠𝑡𝑜𝑟𝑖𝑎 𝑛𝑜𝑛 𝑒’ 𝑝𝑖𝑢’ 𝑝𝑟𝑜𝑝𝑟𝑖𝑎 𝑚𝑎 𝑠𝑜𝑙𝑜 𝑢𝑛 𝑝𝑢𝑛𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑣𝑖𝑠𝑡𝑎 𝑚𝑖𝑛𝑢𝑠𝑐𝑜𝑙𝑜 𝑠𝑢 𝑢𝑛 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑐𝑖𝑒𝑙𝑜 𝑠𝑐𝑜𝑛𝑓𝑖𝑛𝑎𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑔𝑙𝑖 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑟𝑖. 𝐹𝑎 𝑝𝑎𝑢𝑟𝑎. 𝐶𝑖 𝑠𝑖 𝑠𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑠𝑜𝑙𝑖 𝑒𝑑 𝑒𝑠𝑡𝑟𝑎𝑛𝑒𝑖. 𝐿𝑒 𝑙𝑢𝑠𝑖𝑛𝑔ℎ𝑒 𝑑𝑒𝑙 𝑚𝑜𝑛𝑑𝑜 𝑛𝑜𝑛 𝑎𝑡𝑡𝑟𝑎𝑔𝑔𝑜𝑛𝑜 𝑝𝑖𝑢’, 𝑎𝑛𝑛𝑜𝑖𝑎𝑛𝑜, 𝑠𝑒𝑚𝑏𝑟𝑎𝑛𝑜 𝑣𝑒𝑐𝑐ℎ𝑖 𝑔𝑖𝑜𝑐𝑎𝑡𝑡𝑜𝑙𝑖 𝑟𝑜𝑡𝑡𝑖, 𝑐𝑖 𝑠𝑖 𝑠𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑖𝑛𝑢𝑡𝑖𝑙𝑖 𝑒 𝑚𝑜𝑙𝑡𝑜 𝑠𝑐𝑖𝑜𝑐𝑐ℎ𝑖.𝐼𝑙 𝑅𝑒 𝑒’ 𝑛𝑢𝑑𝑜. 𝑁𝑜𝑛 𝑠𝑖 𝑝𝑢𝑜’ 𝑡𝑜𝑟𝑛𝑎𝑟𝑒 𝑎 𝑣𝑒𝑠𝑡𝑖𝑟𝑙𝑜. 𝐼𝑙 𝑔𝑢𝑠𝑐𝑖𝑜 𝑒’ 𝑣𝑢𝑜𝑡𝑜 𝑛𝑜𝑛 𝑠𝑖 𝑝𝑢𝑜’ 𝑎𝑏𝑖𝑡𝑎𝑟𝑙𝑜 𝑑𝑖 𝑛𝑢𝑜𝑣𝑜.𝐶𝑜𝑠𝑎 𝑟𝑒𝑠𝑡𝑎? 𝐼𝑙 𝑟𝑖𝑐ℎ𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝑒𝑟𝑟𝑎𝑟𝑒, 𝑜𝑔𝑛𝑖 𝑟𝑒𝑠𝑝𝑖𝑟𝑜 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑖𝑒𝑛𝑒 𝑢𝑛 𝑖𝑛𝑣𝑖𝑡𝑜: 𝑣𝑖𝑒𝑛𝑖 𝑒 𝑣𝑒𝑑𝑖.”,”𝐻𝑜 𝑝𝑎𝑢𝑟𝑎””𝐴𝑛𝑐ℎ’𝑖𝑜””𝐴𝑛𝑑𝑖𝑎𝑚𝑜” 𝐶ℎ𝑎𝑛𝑑𝑟𝑎 𝐿𝑖𝑣𝑖𝑎 𝐶𝑎𝑛𝑑𝑖𝑎𝑛𝑖

(Prendersi per mano

Unirsi

Dirselo, prima che sia troppo tardi

“Ho paura”

Di perdermi, di perderti

Ho paura di sbagliare

Di ferirmi, di ferirti

Ho paura.

Dillo che hai questa fottuta paura, fallo.Inizia dal sentire il suono di queste parole “ho paura”.

Appoggia le parole sul cuore stanco e arrenditi.

Stai con ciò che succede e forse un lieve calore scenderà a calmare la tempesta.

E poi prendetevi per mano e andate. Avanti.)

Con profondità e

Sorriso, Sempre

❤

𝘔𝘪𝘤𝘩𝘦𝘭𝘢 𝘝𝘪𝘵𝘢𝘭𝘪Mindfulness 𝘊𝘰𝘶𝘯𝘴𝘦𝘭𝘰𝘳 & 𝘓𝘪𝘧𝘦 𝘊𝘰𝘢𝘤𝘩𝘔𝘪𝘯𝘥𝘧𝘶𝘭𝘯𝘦𝘴𝘴 𝘦 𝘙𝘪𝘧𝘭𝘦𝘴𝘴𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘚𝘤𝘰𝘮𝘰𝘥𝘦 (𝘮𝘢 𝘝𝘪𝘵𝘢𝘭𝘪)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.