Il Vangelo non è una apparizione o una illusione, è realtà

“Guardate le mie mani e i miei piedi – dice Gesù agli Apostoli – Toccatemi e guardate, non sono un fantasma”. Cristo e la sua Parola, il Vangelo, non è una apparizione o una illusione, non è un fantasma separato dalla vita reale di ognuno di noi e staccato dal mondo, indifferente e menefreghista della nostra realtà umana.

La sua risurrezione non l’ha rintanato nei cieli, ma vive concretamente in coloro che lo amano e lo testimoniano su questa terra. Amore e testimonianza che parte dalle piccole cose quotidiane, consuete e ripetitive, fino a sfociare nelle prove più dolorose di una fede portata fino alla fine, fino allo spargimento del sangue e della perdita della vita. Più che mai oggi stiamo vivendo questi momenti dolorosi di martirio, cristiani uccisi da integralisti religiosi, uomini, donne e bambini massacrati solo perché credono, amano il Cristo e portano il suo nome.

Questi sono i fatti e i segni della passione, queste sono le ferite e le piaghe che tolgono ogni ombra della sua reale presenza di risorto in noi. “Di questo voi siete testimoni, dice il Vangelo”. Testimoni che Cristo non è un mito, un fantasma, ma una persona viva che affascina, attrae e dona vita e salvezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.