Giovanni Paolo II, Suor Faustina Kowalska e la Divina Misericordia

Quest’anno il mese di Aprile è iniziato nella splendida luce di Cristo risorto e continua con l’abbraccio vivificante della  domenica della Divina Misericordia che Gesù ha richiesto e che il santo papa Giovanni Paolo II ha istituito  da celebrare nella prima domenica dopo Pasqua, quest’anno l’11 aprile. Tutta la vita di Karol Wojtyla si intreccia provvidenzialmente con quella di Suor Faustina Kowalska nata nel 1905 e morta, trentatreenne, nel 1938 e che proprio papa Giovanni Paolo II ha beatificato e dichiarato Santa.

Nei messaggi di Suor Faustina, che in fondo non dicono nulla di diverso da quanto ci dice il Vangelo, Giovanni Paolo II vide soprattutto una risposta alle indescrivibili proporzioni assunte dal male nel ventesimo secolo e di cui egli stesso, nella sua vita, fu testimone.

Il culto della Divina Misericordia consiste nella fiducia nella infinita bontà di Dio e nelle opere di misericordia verso il prossimo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.