Curiosando fra le incoerenze del nostro tempo…

Durante una sessione individuale riflettevamo su un fatto curioso.
Gli occidentali hanno resistenze nel credere che un pensiero positivo possa far “guarire” ma credono fortemente che un pensiero negativo possa far “ammalare”.

Sul fatto si sprecano tantissime teorie più o meno scientifiche, e più ascolto queste complesse tesi espresse in modo solenne e assoluto,
piu’ mi stupisco di come la non coerenza cerchi appigli razionali e complicati quando, in realtà, tutto è estremamente
estremamente semplice.
Non facile, ma semplice.

E poi tra me e me concludo che la semplicità richiede coraggio,
il coraggio di essere autentici
e il coraggio di essere onesti.
E il coraggio di cambiare il proprio pensiero.

Questo credo sia il problema.

“La mente razionale sembra molto interessante,
ma è il seme dell’illusione” (Patrul Rinpoche)

Un pensiero su “Curiosando fra le incoerenze del nostro tempo…

  • 23 Marzo 2021 in 11:29
    Permalink

    Il coraggio di conoscere se stessi ed il proprio funzionamento. Essere consapevoli di sé stessi senza scelta… “tantissime teorie”…. Il coraggio di cambiare il proprio pensiero…. non facile ma estremamente semplice… “. E si cercano soluzioni in questo procedere… In questo procedere scopriamo che le soluzioni che si prospettano sono realmente senza valore. Ossia non risolvono il problema, qualsiasi esso sia, anzi lo tengono in vita. Se a casa ti si rompe un elettrodomestico, ci può essere un rimedio. Chiami un tecnico specializzato.. Ma questo è un percorso senza fine… Va avanti all’infinito, tutta la tua vita. Il fatto è che noi non mettiamo mai in dubbio le soluzioni. Se imparassimo a farlo dovremmo anche mettere in dubbio coloro che ci hanno dato queste soluzioni. Ma… Ma… Il nostro sentimentalismo ci impedisce di rigettare non solo le soluzioni ma anche quelli che le soluzioni ce l’hanno fornita. Mettere in dubbio ciò, richiede un tremendo CORAGGIO. Puoi fare gesti davvero forti… scalare una parete di 90 gradi.. Attraversare a nuoto lo stretto di Gibilterra… Con una zattera arrivare alle isole Canarie, attraversare la Bosnia in piena guerra… Ma il coraggio di essere noi stessi, di stare ben saldi sui vostri piedi é qualcosa che non ci può essere dato da nessuno. Ne si può liberarsi da quel peso provando a sviluppare tale coraggio. Se vi liberate dal peso dell’intero passato (del genere umano) allora ciò che rimane è CORAGGIO.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.