Seconda mia giornata ai Mondiali di Cortina: giornata “femmina”

Inizio la giornata incontrando Sabrina Simader, bella e sorridentissima rappresentante autoctona della National Kenya Ski Team. E già per questo un mito. Come il leopardo africano quale logo della sua squadra (lei e il suo allenatore..). A quanto si dice nell’ambiente è pure niente male tra i pali!! Per me ha già vinto comunque.

Poi ho subito a che fare con Eleonora, giovane caporale pugliese del reggimento alpini di Belluno, a capo della squadra di giovani leve messaci a disposizione per lavori logistici (di fatica..). A parte non aver idea come montare e far montare un paio di ramponi si dimostra subito affabile con noi quanto autorevole ma premurosa con i suoi sottoposti, nello stesso tempo disposta anche lei ad accollarsi ruoli di fatica. Brava!

A pranzo mi ritrovo alle spalle la nostra attuale atleta di punta ai Mondiali (Marta Bassino), in pausa allenamenti per tifare sul maxischermo del rifugio i suoi compagni impegnati nella libera. Quanto normalmente persona riservata e composta quanto appassionata nel sostenerli con grintosi incitamenti. A pensarci la grinta in pista non le manca..

Le parole (femminili) del giorno sono barratura e lisciatura, (anche) oggi ne ho fatte parecchie di entrambi. Credo che il 99,99% degli italiani non abbia idea cosa comporti preparare una pista da sci per i massimi livelli. Tanta roba, vi assicuro. P.S. A lisciare sono arrivate anche le maestre di sci, ovviamente.E che dire delle frecce tricolori che sfreccianti tra le piste e Dolomiti ampezzane? Spettacolo nello spettacoloPoi ci sono località, declinate al femminile, a me particolarmente care.Come l’Argentina, ovviamente presente al Mondiale, a rappresentanza della quale sono riuscito a prendere un caffè con Eudardo, l’allenatore, vecchio amico e collaboratore sulle nevi patagoniche.

Poi c’è lei, Cortina, che ti incanta sempre e lo farà sempre.

Tanto più quando ospita i Mondiali di Sci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *