La Pedagogia della Gioia e del Colore. Carnevale e Bambini in tempi di Covid: guida ad un approccio educativo alla positività.

È un anno particolare quello che sta vivendo la scuola.

Dopo una chiusura anticipata e un avvio incerto e altalenante continua a vivere l’emergenza della crisi pandemica, ma lo fa con coraggio e professionalità, con la consapevolezza che a soffrirne non possono essere i bambini.

Non possiamo permetterci un’emergenza educativa e oggi più che mai diventa attuale il significato del termine “PAIDEIA”. Non è sufficiente un’istruzione scolastica affinché il mondo abbia futuri cittadini competenti è necessaria anche una formazione ETICA E SPRITUALE che li avvii ad una forma di elevata cultura.

E tutto ciò sin dai primi anni di scuola.

Ed ecco il progetto educativo proposto dalla Scuola dell’Infanzia Paritaria “Mamma Bella” di Campi Salentina, che ha voluto far vivere nel rispetto delle norme anti covid la festività del Carnevale ai suoi bambini attraverso:

“LA PEDAGOGIA DELLA GIOIA E DEL COLORE”.

In che cosa consiste questo tipo di approccio educativo e qual è la sua funzione?

Il messaggio dell’arte di educare con Gioia deve essere inteso come innovativo, che possa offrire proposte didattico educative attente alle esigenze e ai bisogni di ciascun bambino, in quanto:

“L’unica buona educazione è quella che permette alle emozioni di essere libere”. (A. Neil).

Un esempio di proposta di idee creative compatibili con i nuovi tempi è stata la creazione di un LABORATORIO LINGUISTICO: i bambini hanno inventato una filastrocca e nelle giornate di giovedì e del martedì grasso si divertiranno in modo alternativo, vivendo questa festa variopinta alla  scoperta di forme e colori attraverso il “FARBSTUDIE” DI KANDISNKY che farà conoscere ai bambini il mondo delle immagini e dell’arte che con le sue tonalità accese e le sue stupende forme suggeriscono l’idea di allegria e festa.

Di seguito si riporta la filastrocca inventata dai bambini dal titolo:

FILASTROCCA DI CARNEVALE

Quest’anno a Carnevale,

c’è un personaggio davvero particolare!

Non è un cavaliere e nemmeno un re,

ha una corona e già sappiamo chi è!

Di certo abbiamo capito

Che stelle filanti e coriandoli hanno proibito.

Solo la mascherina possiamo usare

Se quel personaggio vogliamo scacciare.

La festa è stata rimandata,

ma con pazienza e attenzione

quel re manderemo alla distruzione

e con gioia sistemeremo la situazione!

Teodora Chirizzi – Pedagogista

Teodora Chirizzi

Teodora Chirizzi 40 anni pugliese Laurea Magistrale in Consulenza Pedagogica e progettazione dei processi formativi classe LM. 50 Università del Salento Iscritta al  Master in Mediazione Familiare Globale Sistemica 1° e 2° livello presso l'Accademia di Sviluppo Socio Educativo A.S.S.E di Latiano in provincia di Brindisi Lavora come Educatore Socio Pedagogico presso la Congregazione Calasanziana Oasi Mamma Bella, Scuola dell'infanzia, di Campi Salentina in provincia di Lecce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *