Premio Alfredo Rampi – Letteratura e Infanzia – Scrivi un racconto sul tema “Più in là!”, può diventare un cortometraggio!

Il Centro Alfredo Rampi ha lanciato la seconda edizione del Premio Alfredo Rampi, aperto sia ai grandi che ai ragazzi delle scuole! La premiazione si terrà il 12 giugno, all’interno di una giornata di eventi per celebrare i 40 anni dalla nascita dell’Associazione (Link: https://www.centrorampi.it/quaranta-anni-centro-rampi/ )

Premio Alfredo Rampi – Letteratura e Infanzia – 2^ edizione, speciale 40 anni del Centro Rampi – Scrivi un racconto sul tema “Più in là!”, può diventare un cortometraggio!

Il titolo è tratto dalla poesia “Maestrale” di Eugenio Montale, un acquerello che descrive la ripresa dopo una tempesta, con immagini simboliche ed evocative. Le ultime righe recitano: sotto l’azzurro fitto / del cielo qualche uccello di mare se ne va; / né sosta mai: perché tutte le immagini portano scritto: / “più in là”!

Tra le possibili letture, questi versi richiamano la capacità umana di cercare e sognare sempre un “oltre”, di trascendersi anche a fronte della situazione più dura: eventi grandi e catastrofici, ma anche nel quotidiano, nelle lotte intellettuali o spirituali di ogni giorno, quando la nostra curiosità o inquietudine ci portano a scorgere che la realtà può essere segno di altro, che può appunto portarci “oltre”. Così la resilienza è quella fragile forza che permette di sopravvivere (nel senso perduto ed etimologico di super-vivere, “vivere sopra”, “elevarsi”) alle tempeste della vita. Riesce a spingere e orientare sempre “più in là”, anche quando tutto sembrerebbe irrimediabilmente perso o spezzato. Il tema della resilienza (davvero costitutivo del Centro Alfredo Rampi: link https://ilcentuplo.it/2020/06/15/dalla-morte-di-alfredo-rampi-alfredino-nacque-la-protezione-civile-e-la-associazione-che-porta-il-suo-nome/ ) oggi è tanto evocato, ma proprio per questo spesso travisato banalizzato. Lo spunto poetico può orientare gli autori a toccarlo in maniera autentica e ampia, pregnante e semplice, profonda e leggera.

Attorno a questo tema i partecipanti potranno costruire i loro racconti e inviarli entro il 28 febbraio 2020!

I migliori scritti per ogni categoria saranno pubblicati in un’antologia e gli autori riceveranno premi in “buoni libro”. Il racconto più bello diventerà un cortometraggio realizzato dalla Lotus Production (società della Leone Film Group)!

La letteratura, scrigno prezioso e dinamico di storie da inventare, narrare e vivere, rappresenta quasi sempre un tentativo di cercare un senso alla realtà, di colmare il campo polare di tensione tra la sofferenza e la speranza, tra il non-senso e l’anelito al significato, tra il l’impotenza e la possibilità. Realizzare un’opera, per dirla parafrasando un’intervista del regista David Cronemberg, «è sempre un atto di speranza», anche quando tratta temi disperati, amari, assurdi.

Ecco che la letteratura, creata o “fruita”, può davvero essere una finestra, un salvagente, un rifugio… sempre e ancor di più in questo tempo segnato da limitazioni, incertezze e preoccupazioni, aiutando a mantenere accese scintille di umanità, fantasia, pensiero, speranza attraverso la fragile forza delle storie, della narrazione, del linguaggio artistico.

La capacità di spingersi “più in là” è al cuore della mission del Centro Rampi fin dal suo inizio e ne permea i suoi 40 anni di storia, che saranno celebrati in una giornata di festa ed eventi il 12 giugno 2021.

Il Premio è realizzato con Lotus Production e Alice nella città e con il patrocinio di diversi Enti che collaborano al 40° anniversario del Centro Rampi (Dipartimento Protezione Civile, INGV, Regione Lazio, Comune di Roma, Ordine degli Psicologi, Ordine dei Giornalisti, Amici dei Bambini, Unasca, ecc.)

La Giuria è presieduta da Walter Veltroni ed è composta da interessanti figure del mondo artistico, culturale ed educativo: Francesco Bianconi: cantautore e scrittore, frontman dei Baustelle; Daniele Biondo, psicologo, psicoanalista e dirigente Centro Alfredo Rampi; Luisella Costamagna, giornalista e scrittrice; Emanuela Da Ros, scrittrice, giornalista e insegnante; Massimo Gamba; giornalista e scrittore; Paolo Genovese, regista Lotus Production; Gianluca Giannelli, direttore artistico Alice nella Città; Simone Lenzi, scrittore e cantautore; Lia Levi, giornalista e scrittrice; Marzia Masiello, poetessa e referente relazioni istituzionali Ai.Bi; Gianni Minoli, giornalista e autore televisivo; Giorgio Nisini: scrittore; Davide Rondoni, poeta e scrittore; Carlo Serafini, critico letterario e docente universitario; Cinzia Tani, giornalista e scrittrice.

Per tutte le informazioni e il Bando: https://www.centrorampi.it/i-progetti/premio-letterario-alfredo-rampi/

Buona creatività, buona vita.

Michele Grano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.