Utero in affitto, Pro Vita e Famiglia: “Bene proposta Fdi, durante Covid svelata disumanità della pratica”

L’utero in affitto deve diventare reato universale: è sempre stata anche la nostra richiesta, contenuta nel documento finale del Congresso delle Famiglie di Verona. Accogliamo con fiducia e speranza la notizia che oggi in Commissione Giustizia alla Camera inizia l’esame della proposta di legge di Fratelli d’Italia perché finalmente sia punibile in Italia anche se commesso all’estero” hanno dichiarato Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente di Pro Vita e Famiglia onlus, già organizzatori del Congresso Mondiale delle Famiglie di Verona.

La vicenda orribile dei neonati nati a Kiev durante l’emergenza Covid e parcheggiati in stanze d’albergo, senza amore materno né una casa nè una famiglia, ha svelato ulteriormente la disumanità della pratica. Non si può più permettere che esistano aziende che “producono” bambini in serie e sulla pelle di povere donne-schiave che vendono gli uteri. I bambini non sono prodotti acquistabili sul mercato da ricchi capricciosi e basta calpestare i diritti umani e dell’infanzia nell’indifferenza generale” ha concluso la nota.

Un pensiero riguardo “Utero in affitto, Pro Vita e Famiglia: “Bene proposta Fdi, durante Covid svelata disumanità della pratica”

  • 1 Ottobre 2020 in 10:58
    Permalink

    Mi permetto, sebbene in ritardo, di esprimere una mia opinione in merito. La realtà sembra superare la fantasia… Perfino Orwell non è arrivato a tanto. Ho assistito, con sconcerto, allo schierarsi perfino di taluni sindacati nazionali a favore di tale gesto abominevole. Che in modo edulcorato la dialettica dei mercati ha etichettato come “MATERNITÀ Surrogata”… Costoro rappresentanti di che cosa, non si sa. Non tutelano più interessi dei lavoratori e hanno preso a tutelare categorie che nulla hanno a che vedere con essi, abbracciando fin anche tali propositi che giudico barbari e sfunzionanti. Utero in affitto, propositi arcobalenici e altro ancora. Un paradosso sfunzionante, ripeto. Con l’utero in affitto la donna viene trattata allo stesso modo di un magazzino aziendale. Il nascituro, a sua volta, come una merce on demand.. Che viene scelto alla cart… Con possibili derive eugenetiche(e poi utero in affitto indica il non plus ultra del classismo) una falsa libertà liberale ovunque imperante. Perché? Perché saranno pure le donne più disagiate economicamente a mettersi a disposizione. Condizioni economiche e mercificazione determinano tale scempio.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *