Ci vuole forza, audacia, coraggio, resilienza, determinazione e…docilità allo Spirito Santo

I Marsi, figli di Marte del Dio della guerra, anticamente si diceva che “Per far fronte ad un guerriero Marso servivano almeno quattro legionari romani”.

I romani sceglievano i Marsi come condottieri per vincere le guerre e alcuni popoli avevano il terrore di loro, perché anche se pochi vincevano sempre. Lo storico Appiano di Alessandria scriveva: «Nec sine Marsis nec contra Marsos trivmphari posse» «Né senza i Marsi, né contro i Marsi, Roma poté mai vincere una guerra».

La forza, l’audacia, il coraggio, la resilienza, la determinazione, ma nello stesso tempo anche la docilità allo Spirito Santo, l’ascolto continuo dei segni dei tempi e della gente possono dare grandi risultati umani e spirituali. Viviamo nel tempo della fragilità e della debolezza, e ci viene un po’ di nostalgia dell’antico popolo dei Marsi che è in ogni abruzzese.

(fra Emiliano Antenucci)

Un pensiero riguardo “Ci vuole forza, audacia, coraggio, resilienza, determinazione e…docilità allo Spirito Santo

  • 22 Settembre 2020 in 16:11
    Permalink

    Marsicano doc… Non vi è dubbio… Però devo dire che questi guerrieri Marsi, molto apprezzati dai romani per le loro doti guerresce… Erano anche aggressivi e rumorosi… Urlanti, per intimorire i nemici.. (caratteristica di molti tribù guerriere ed indomabile, sto pensando ai nordici Pitti… Davvero un problema serio per i romani) Per un pacifico inventore di corsi di silenzio. “silenzio, parla il Silenzio”, ti confesso fratello, mi è sembrato un riferimento un po’ ” rumorosamente” azzardato…..pero’… Bravo fra Emiliano.. Sei davvero un gigante guerriero buono.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *