Soffermiamoci sulle cose belle per rendere le giornate più liete

Prima di essere bella o brutta, la vita È VITA. Dono e mistero unico e irripetibile. Primo dovere di ogni credente è ringraziare Dio che la vita volle donarci senza merito alcuno. Occorre imparare poi a fermare il pensiero sulle cose belle. Sulle persone che ci vogliono bene. Sul sole che ci illumina. Su Gesù che ci ama di un amore divinamente folle e smisurato.

Ci accorgeremo che le ore saranno meno pesanti. E incredibilmente liete.

Nonostante i problemi che non mancano e non mancheranno mai. Santa giornata a tutti. Ai fratelli e alle sorelle che come credono che il nostro Dio è un padre buono e misericordioso, invio la mia benedizione. Agli amici e amiche atei o agnostici mando un grande, sincero abbraccio.

Padre Maurizio Patriciello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.