La UE ha cancellato le radici cristiane fin dalla sua costituzione e ora sta portando a termine il progetto

L’ Europa è nata e prosperata sulle radici giudaico-cristiane, sulla cultura greca, sul diritto romano.
La UE ha cancellato le radici cristiane fin dalla sua costituzione, ha massacrato la Grecia, ora si prepara a condannare Roma.
La UE non solo non ha niente a che vedere con l’Europa, ne decreta la fine.
Avete creduto ad una narrazione menzognera per 30 anni. Oggi alcuni si svegliano e affermano che la UE ha fallito.

No, la UE non ha fallito. È esattamente quello che è stata progettata per essere.
È una gabbia che calpesta popoli e nazioni, è il progetto globalista progressista e ogni vostro sogno di infilarci dentro la morale è vano e sciocco.

La UE porta con sé disuguaglianza sociale e diritto civilismo, perché con qualcosa bisogna distrarre il popolo ridotto in povertà.

Poi racconti loro che i migliori ce la fanno e ognuno ambisce ad essere eletto e individualista.
Avete chiamato pace una guerra silenziosa.

Quelli come me sono maledette cassandre dagli anni novanta del secolo scorso.
Avremmo voluto avere torto. Invece abbiamo avuto sempre ragione.
E voi ora non vi rendete nemmeno conto del rischio che stare correndo.
La UE ha bisogno del sangue italiano per continuare ad esistere e abbiamo una classe politica, tutta, pronta a offrirglielo.
La cosa tragica è che almeno i greci provarono a fare resistenza.
Voi non farete nemmeno quello.
Vi hanno raccontato che i greci erano colpevoli e dovevano morire e voi ci avete creduto.
Ora vi raccontano che siete colpevoli ed è meglio che moriate e voi ci credete.
Su una maledetta cosa ho avuto torto: ero certa che un poco alla volta le persone avrebbero capito. Ma ho abbandonato la speranza da quasi un decennio.
L’Italia è finita. A meno che non accada qualcosa di più grande a livello internazionale.
Potrebbe, ma non so se ce lo meritiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.