Giannini, consigliere regionale Lazio, ha presentato una mozione contro ddl Zan: fate come lui!

“Se il disegno di legge Zan venisse sciaguratamente approvato, si darebbe il la’ a un’irreversibile deriva liberticida che sopprimerebbe i diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione. Ecco perché sostengo, come primo firmatario, la mozione sottoscritta dal gruppo consiliare della Lega affinché il Governatore Zingaretti manifesti presso il parlamento la propria contrarietà al provvedimento”.

Lo afferma Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega, presente alla manifestazione Pro Vita & Famiglia in piazza Montecitorio.

“Con il pretesto di inasprire alcuni reati commessi contro determinate categorie di persone- aggiunge- aspetto peraltro già disciplinato dal nostro ordinamento, il testo in esame alla Camera rischierebbe di mandare dietro le sbarre un parroco che durante l’omelia volesse elogiare la famiglia naturale o quel genitore che nel corso di una riunione scolastica sostenesse il diritto di un bambino ad avere un padre e una madre. Il progetto di Zan e compagni- conclude Giannini- ha scatenato perfino la contrarietà del movimento ‘Se non ora quando’, per il quale la teoria gender che lo ispira cancella l’identita’ femminile. Confido pertanto che, attorno alla mozione, si raccolga un largo consenso anche da parte di quelle forze politiche che per cultura e principi sono lontane dalle posizioni espresse dalla Lega. La libertà’ di pensiero e’ sacra come il rispetto delle diversità. La tutela dell’autonomia e indipendenza di pensiero non può essere divisiva”.

Fonte – Dire

scarica il testo completo della mozione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.