Che seccatura le omelie che cominciano con “Il Vangelo di oggi ci invita a …”

VANGELI E VANGELO!
OMELIE E OMELIA …
Passare dal #doveteFare! al #DioFaperTequesto

Che seccatura le omelie che cominciano con “Il Vangelo di oggi ci invita a …” come se Gesù una volta a settimana fosse lì pronto a dirci cosa dobbiamo fare. Che ansia!!!

Se Vangelo è “buona notizia”,
se Vangelo è una Persona, Gesù di Nazaret,
se Vangelo è la salvezza dal peccato,
cioè la liberazione da tutte le nostre prigioni e paure …

.. allora l’eco dei questa notizia straordinaria e favolosa – cioè una Omelia – dovrebbe cominciare con “sapete cosa è successo .. tipo oggi .. che Dio ha messo avanti ai sapienti e ai tuttologi del sacro i puri di cuori anche se fossero più sempliciotti e pure ignoranti ..”

Non solo “oggi” Dio ti insegna a scoprire
il suo tesoro più bello: la bontà e la dolcezza del suo cuore.

Oggi sai che è successo?
Che Cristo rende leggeri i pesi!!!
Ci pensi?! Una vita intera di pesantezza
oggi per te diventa ‘redenzione’
se vuoi ricevere o rinnovare in te
il dono del Suo Spirito.
Come .. ?

(P.s.: una buona omelia non ti spiega ‘tutt’e non dà ricette .. ma ti conduce al mistero celebrato dell’Eucaristia per mano con la forza della Parola, non delle parole umane!)

L’immagine è per descrivere come l’omelia sia cibo buono per chi vuole librarsi e volare e vuole imparare a cantare la gioia della fede sull’esempio degli uccellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.