Ragazzi, siete molto di più di un giudizio che può darvi un docente

Non siete voti, ragazzi. Non siete giudizi, non siete nemmeno competenze.
Questi sono numeri e parole che noi, mondo docente, dobbiamo affibbiarvi per far capire che abbiamo studiato e lavorato sulle tabelle che ci hanno propinato.
Questo numero che avete stampato davanti a voi dimostra, e forse nemmeno questo!, quanto noi crediamo che voi sappiate del mondo! Ma voi non fate parte del nostro mondo!!!

Voi siete un futuro che noi non conosciamo e che voi avete la possibilità di fare tutto nuovo.
Voi non siete solo quella bocciatura, quel 6 stiracchiato, quel 5 mal digerito. Voi siete quelli che sorridono all’anziana che vi accarezza, che aiutano il fratellino che è caduto dalla bici, siete quelli che si alzano alle 5 per andare in campo e correre per allenarsi.

Siete molto di più di un giudizio che vi può dare un docente.
Giovanni Paolo II diceva di prendere la propria vita e di farne un capolavoro. Ebbene: voi siete il capolavoro di Dio… mettetelo in pratica anzi mettevi in pratica!
E che la scuola vi serva solo come trampolino di lancio per questo pazzo mondo che voi cambierete! ❤️

Eleonora Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.