La Via Crucis, un bel momento per pregare, per fermarsi e da raccontare ai bambini

La via Crucis

La via Crucis non è la storia dell’orrore, ma è la storia d’amore più bella che sia mai stata raccontata.                                                                                                                        E’ la storia di Gesù sulla via della Croce, il suo percorso doloroso

Lungo la strada che lo conduce al monte Golgota, dando tutto sé stesso per tutti gli uomini.

Possiamo raccontare ai bambini la storia di un uomo buono, arrestato ingiustamente, abbandonato dai suoi amici, disprezzato dalla folla inferocita, picchiato, maltrattato, coronato di spine, trascinato di fronte agli occhi della madre, inchiodato sulla Croce e morto tra atroci dolori.

Infatti i “bambini” guardano ascoltano e aspettano di essere presi in considerazione. Essere coinvolti nelle cose importanti e che qualcuno parli e spieghi.                    

I bambini comprendono molto più di quanto noi possiamo pensare. Sta a noi rispondere alle loro domande, dando sostegno al dono gratuito della fede che viene dal Padre.

Le quattordici stazioni, non sono quelle di un treno e non vanno fatte di corsa, ma ricordano l’impegno di “stare”, di fermarsi, di riflettere e pregare mettendo la propria vita davanti a quella di Gesù.

La Pasqua ci ricorda che Cristo è morto per la salvezza degli uomini, ma che poi  risorto, come aveva promesso, portando gioia e speranza a tutti e che ogni anno ricordiamo la sua morte e la sua resurrezione e tutto l’amore che ci ha dimostrato, inaugurando una vita nuova che vince l’odio e fa regnare l’amore.

Scarica la via Crucis per bambini della Parrocchia Santi Zeno e Rocco di Mazzano – Brescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.