Rimanere in contatto? Certo! Noi abbiamo cominciato a scriverci le letterine

Ieri mia figlia Angelica ha voluto telefonare al suo cugino per raccontargli la grande novità di casa nostra: gli uccellini hanno deposto le uova! Anche in quarantena accadono cose belle!

Mentre i due cugini si parlavano, è venuta loro l’idea di cominciare a scriversi delle lettere per colmare la distanza e mitigare la nostalgia in questo periodo di lontananza forzata. Si sono dunque scambiati ( con un po’ di fatica a dire il vero) gli indirizzi, e subito dopo aver chiuso la telefonata Angelica ha preso carta e penna e ha scritto con cura una pagina al cugino lontano, corredata alla fine da un bel disegno, come le hanno insegnato  a scuola. L’ ha messa nella busta e ha scritto l’indirizzo di mittente e destinatario. Questa mattina il papà, uscito per procurarsi un po’di viveri,  ha spedito la letterina e ora siamo in attesa che arrivi a destinazione e poi ci giunga la risposta.

Un bel modo per tenere allenata la mente, passare un po’ di tempo lontano da televisione e smartphone e mantenere vivi i rapporti con i propri cari riscoprendo antiche maniere di tenersi in contatto in tempi in cui la tecnologia è diventata quasi indispensabile,  soprattutto se si è costretti in casa a causa di un’epidemia .

Sperando che non passino troppe lettere prima che i due cugini possano rivedersi.

Elena Giorgetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.