Un progetto Passo dopo Passo

I Primi Passi:
Conoscere la situazione dei bambini:
LA FAMIGLIA

I bambini e gli adolescenti rappresentano un gruppo numeroso e particolarmente vulnerabile. La difficoltà economica che passa il paese si ripercuote nelle famiglie:

– nell’incapacità di soddisfare le necessità basiche.

– nell’aumento della violenza familiare, l’autorità e la forza come            strategia di risoluzione dei conflitti.

– I Bambini minori di 10 anni partecipano già al mercato lavorativo          come strategia di sopravvivenza familiare.

 

EDUCAZIONE, SALUTE  E SVAGO

– L’educazione: diserzione e ripetizione scolare nei primi anni. Fuori della scuola questo porta conseguenze nella vita nazionale: analfabetismi, lavoro infantile, delinquenza, ecc.…

– La salute: come per i bambini, anche per gli adulti la situazione è precaria.

– Riposo, divertimento, giochi, attività ricreative e culturali: non sono riconosciute come fattori necessari per lo sviluppo integrale dei bambini e adolescenti.

 

CONSEGUENZE

Questa situazione è l’inizio di un processo di “stradeizazione” (bambini che passano la maggior parte del tempo per le strade, o soli dentro casa).

La diserzione scolare, e conseguente perdita dei valori e norme culturali.

Sono tra le altre situazioni che a breve tempo non presentano prospettive di cambio che modifichino le condizioni di vita dei bambini e adolescenti. E non solo, rappresentano una molteplicità di rischi nello sviluppo delle loro attività quotidiane. Perdita di energie fisica ed emozionale, associazione con la delinquenza, la droga, maternità non desiderata, esercizi della prostituzione, poca estima di sé e vuoti affettivi.  Le possibilità per modificare questa realtà in breve tempo non si intravedono.

 

I Passi Successivi:
Un Centro di Sostegno e di Speranza per i minori «Madre Celestina»
(2006)
Cosa offrire ?
Il numero di bambini (60 massimo 70)
L’Età
Il tempo

IL PROGETTO

Il progetto: “Senza fame si impara meglio”

Enti esecutori del progetto

A) Congregazione delle Figlie Povere di San Giuseppe Calasanzio con sede in Via Faenza, 62 – 50123 – Firenze. Tel. 055-2302910.

B) Associazione AMICAL con sede in Roma, Via delle Calasanziane 6,     00167 Roma – Codice Fiscale 97486070580 – c/c postale 8828249.

C) Letizia Onlus con sede in Roma, via Monte Delle Gioie 1/D, 00199 Roma – Codice Fiscale 97606670582 – Iban IT 97N0335901600100000013033.

 

Metodologia di intervento del tipo integrativo

INTEGRAZIONE con le diverse istituzioni pubbliche che offre la comunità.

Il CENTRO DI SOSTEGNO E SPERANZA “Madre Celestina” prevede di costruire e migliorare sempre di più un’integrazione e partecipazione con il sistema pubblico scolastico, il Centro di salute e le diverse Istituzioni del governo che si occupano dei minori e delle loro famiglie.

Le diverse fasi in questo processo di integrazione sono:

Primo contatto con la scuola pubblica conoscendo la situazione dei bambini e le loro difficoltà.
Visita alle famiglie del casco urbano e dintorni per individualizzare le famiglie e instaurare una relazione. Queste visite prevedono anche di conoscere i bambini che non frequentano il sistema scolastico pubblico.
Iscrizioni al Centro “Madre Celestina” attraverso una scelta dei casi più vulnerabili.
Obiettivo generale del centro

Sostenere e dare Speranza ai minori in situazioni di difficoltà economiche, nella comunità della zona urbana di Tola e comunità vicine, attraverso un intervento concreto che risponda alle necessità basiche in materia di educazione, istruzione, salute, alimentazione, religione, ricreazione e socializzazione.

•       Contribuire a sradicare la fame e così ottenere un miglior rendimento nell’apprendimento del minore in situazione di povertà.

•       Rafforzare l’apprendistato e il rendimento scolastico dei minori iscritti nelle Scuole di Pubblica Istruzione.

•       Garantire una maggiore frequenza scolastica e, di conseguenza, diminuire la diserzione scolastica dei minori.

•       Collaborare con l’ambiente pubblico scolare della Comunità di Tola.

•       Stimolare le cure igieniche personali nei minori.

•       Rafforzare e sostenere la relazione con la famiglia, attraverso i vari incontri con i genitori e visita nelle case.

•       Sviluppare nei bambini attitudini di rispetto e responsabilità con se stesso, con l’altro e con l’ambiente in cui vive.

 

IL PASSO ATTUALE

SENZA FAME SI IMPARA MEGLIO!

Il Centro offre la possibilità di nutrire e alimentare il bambino e di conseguenza rafforzare l’apprendimento scolastico.

La partecipazione assidua al Centro offre la possibilità di garantire anche l’assistenza scolastica del minore nelle strutture di pubbliche istruzioni

IL NOME PERO NON DICE TUTTI I BISOGNI

AMARE è… PRENDERE cura:

I bambini, nella sua maggior parte, vivono in piccole case prive di un servizio igienico adeguato e per tanto il Centro “Madre Celestina” è dotato di servizi igienici con possibilità di doccia per i bambini che arrivano sporchi e privi di una pulizia igienica adeguata.

Si tagliano le unghie, i capelli e si spidocchiano coloro che avessero necessità. Per garantire questo tipo di bisogno è necessario che ogni anno ci sia un rifornimento di vestiti e indumenti per i bambini, medicamenti di primo soccorso e tutto ciò che occorre per il servizio igienico.

ATTIVITA DEL CENTRO

•       Durante l’anno vengono realizzate attività varie:

•       Festa per il giorno della mamma, papà, del bambino,

•       Feste Religiose, compleanni, attività ricreative, gite previamente organizzate.

•       Festa di chiusura dell’anno con regali per i bambini.

 

ALTRI PROGETTI

Progetto di prevenzione, controllo e cura dei denti

Progetto di salute e appoggi medico-sanitari vari

Progetto donazioni di uniformi per la scuola

La partecipazione assidua al Centro di Sostegno e Speranza offre la possibilità di garantire anche L’ASSISTENZA SCOLASTICA del minore nelle strutture di pubbliche istruzioni, oltre che EDUCARE E FORMARE umanamente e religiosamente il minore. Nel Centro i minori ricevono anche cure mediche di primi soccorsi per piccole infermità. Le suore hanno un buon rapporto con il Centro di salute per cui si cerca di collaborare vicendevolmente.

I Bambini pertanto possono così usufruire di progetti vari realizzati dallo stesso Centro.

 

I BENEFICIARI

 

I minori   corrispondenti corrispondenti alla categoria più vulnerabile che vivono nel casco urbano di Tola e nelle comunità rurali più vicine (Panamà, El Palmar, Managuita, Villa Eddy  Monterey, El Garabato, Cruz de España e Pablo Lopez), accomunate da un basso rendimento economico e pertanto da un indice elevato di povertà.

BENEFICIARI DIRETTI

I minori della popolazione urbana di Tola e dintorni.

I professori che operano nel Centro, perché gli viene data la possibilità di un lavoro senza dover immigrare in cerca di lavoro altrove.

 

BENEFICIARI INDIRETTI

I minori della popolazione urbana di Tola e dintorni.

I professori che operano nel Centro, perché gli viene data la possibilità di un lavoro senza dover immigrare in cerca di lavoro altrove.

 

CAPACITA DI VERIFICA PER IL PASSO FUTURO

Sostegno speranza per….

 

•       Un buon livello di salute in materia di alimentazione e nutrizione

•       Un controllo medico basico del minore evitando e diminuendo la mortalità infantile.

•       Una maggiore frequenza e partecipazione del minore nel sistema pubblico scolastico.

•       Un’integrazione e collaborazione maggiore fra le diverse istituzioni che si occupano del minore, nel Municipio.

•       Educazione umana e Formazione cristiana e religiosa (nel rispetto dei minori di religione non cattolica).

•       Migliorare il comportamento educativo dei minori.

•       Migliorare il rapporto del minore con la famiglia.

•       Aumento dell’amicizia, del sentimento di gratuità, di responsabilità, impegno, perseveranza, ecc.…

 

passo-dopo-passo nicaragua-083

z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *