Lollo

Lollo

Non ti aspetti mai niente

non gioisci e non temi

Gli occhi sempre più stretti

che si abbassano a terra

a inchiodare la gente

come cieli sereni

in un giorno di guerra

Uno sguardo che ha visto

nell’abisso profondo

dall’altezza di un metro

tutto il male del mondo

E cammini sul campo

lo scarpino slacciato

uccellino sul banco

del negozio sbagliato

Siamo tutti perduti

siamo senza speranza

se tu adesso ti trovi

solo lì in quella stanza

Su quel letto ordinato

hai poggiato in silenzio

il pigiama stirato

quale muto compenso

per quel gioco mancato

per quel vuoto di senso

La valigia riposta

è una scatola grigia

è la prova nascosta

della nostra impotenza,

dell’umana alterigia

Ti ripeti soltanto

di non cedere al pianto

Tu sei forte davvero

tu sei un grande guerriero.

(poesia firmata)

lollo

z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *