Le targhe delle auto parcheggiate ci aiutano a imparare l’alfabeto

Il sempre allegro e canticchiato avanti e indietro da casa a scuola con Paolo è impreziosito da particolari esercizi scolastici che svolgiamo lungo il tragitto.

L’altro giorno, vedendo una saracinesca chiusa di un negozio con una grande B, davanti alla quale siamo già passati almeno cento volte, ha fermato il passo, mi ha tirato per la mano e mi ha detto: “Ecco Babbo, oggi ho imparato un’altra lettera, la B di Babbo” e vi si è messo davanti per farsi fotografare.

Oggi invece, incrociando la prima targa della prima auto parcheggiata, mi ha indicato la lettera D dicendomi: “Oggi ho imparato questa!”

Certo. Per tornare a casa ci mettiamo il doppio del tempo ora ma queste sono le nostre piccole gioie e conquiste quotidiane. Queste sono le nostre piccole storie felici quotidiane. #seguimichesonofelice

targa-auto

 

z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *