Immersione Isola di Giannutri: quando si salta dalla barca… non ci si può più tirare indietro!

L’esperienza fatta venerdì scorso ancora mi elettrizza…per farvela comprendere devo rapidamente dirvi come è cominciato tutto.
Tempo fa un mio collega, Gianluca, mi dice che vuole cimentarsi nelle mie attività ricreative anche lui e quindi lo introduco al corso di speleologia che supera alla grande…
Poi mi chiede insistentemente di fare subacquea insieme ad un altro collega, Christian, che ha però molte paure…
Dopo averli coccolati accompagnandoli alle lezioni in piscina e aver risposte a mille loro dubbi siamo giunti al primo tuffo in mare.

Isola di Giannutri da Porto Ercole.

L’alzata di mattina presto, il meteo, le tensioni e le ansie da prestazione sono state subito smorzate dall’aria famigliare creata già in macchina durante il viaggio…Poi in barca sì inizia a fare sul serio e quando si salta dalla barca non ci si può più “tirare indietro”…
Si sgonfia il Gav e si scende in un ambiente non naturale per l’uomo e il mare può far paura…
Superato un primo impatto i due colleghi capiscono che sono sul fondo e che senza troppi problemi possono “respirare sott’acqua”!!!!!
L’euforia sale e da quegli occhi dietro la maschera vedo la loro gioia vedo la voglia di esplorare quell’ambiente che non conoscevano da così vicino…per me godimento puro!! Mi sentivo di aver vinto qualcosa… L’ istruttore Alessandro lì porta a vedere un polipo poi scendiamo per un piccolo canyon avvolti da colori che neanche il photo shop riesce a riprodurre…passano come un battito di ciglia 50 minuti e si torna in superficie…
Ci basta uno sguardo che vale più di mille parole: abbiamo visto le stesse cose in un fondale marino unico…loro sentono che qualcosa è cambiato in loro, inevitabilmente la nostra amicizia si sta rafforzando e siamo più ricchi di un esperienza in più..
Dopo un’oretta ci prepariamo per il secondo tuffo, ci spostiamo all’interno della baia dopo Punta San Francesco e giù di nuovo.
L’attrezzatura non ci pesa più e i sorrisi abbondano puro divertimento!!
Volati altri 50 minuti tra stelle marine, un gruppo di barracuda, un relitto di bicicletta, una “ballerina spagnola” ma soprattutto tante bollicine fatte insieme!
Al rientro a Roma li ringrazio per il bel regalo che loro hanno fatto a me perché già so che quando incrocerò il loro sguardo nell’ambiente di lavoro sarà come rituffarsi a Giannutri !!!

 

Emanuela Roncaccia

giannutri1

nor

nor

 

z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *