Il prossimo 10 maggio Papa Francesco sarà a Nomadelfia

Incontriamo Paolo di Nomadelfia, sposo e padre, coordinatore del gruppo comunicazione per la visita di Papa Francesco a Nomadelfia i Grosseto che sarà il prossimo 10 maggio.

Organizzare un evento del genere è già complicato per chi lo fa di mestiere ma anche in questa attività Paolo e tutti i Nomadelfi “se la stanno cavando egregiamente”.

  • Come stanno andando i preparativi?

I preparativi per Papa Francesco procedono bene. La macchina organizzativa è pronta, le forze dell’ordine hanno fatto tutti i sopralluoghi necessari, noi abbiamo fatto le nostre valutazioni e stiamo ultimando gli ultimi ritocchi di giardinaggio. Sono attese 4500 persone che saranno divise in tre settori ma tutto è pronto ad accogliere loro e il Papa.

  • Quale è il giro che farà il Papa?

Il Papa atterrerà verso le 8 al campo sportivo di Nomadelfia e sarà accolto dal nostro Vescovo Rodolfo, dal nostro Presidente Francesco e dal successore di don Zeno ovvero don Ferdinando. Insieme andranno alla tomba di Don Zeno dove il Papa farà un momento di preghiera e passando per il cimitero di Nomadelfia saluterà anche mamma Irene, prima mamma di vocazione e altre due persone importanti per la nostra storia cioè Nellusco, primo sposo nella storia di Nomadelfia e Pino Arpioni, un assessore di La Pira e fondatore dell’Opera villaggio per la Gioventù Giorgio La Pira. Poi il Papa andrà al Gruppo famigliare il Poggetto, sarà accolto da una trentina di persone all’esterno che lo saluteranno e poi entrerà all’interno dove troverà l’Eucarestia. Sarà l0’unico momento nel quale incontrerà l’eucaristia e sarà in un luogo significativo, nel gruppo famigliare, affinché la famiglia diventi sempre più chiesa domestica. Le mamme gli prepareranno una piccola colazione e poi il Papa verrà alla sala don Zeno dove incontrerà tutta la popolazione soprattutto spazio vi sarà per i più giovani i quali, dopo il saluto del presidente, racconteranno la nostra storia attraverso danze e momenti teatrali. Infine ascolteremo quello che il Papa avrà da dirci.

  • Che cosa direte al Papa?

Non abbiamo tante parole da dirgli e attendiamo anche noi le parole del nostro Presidente. Credo però che il nostro filo conduttore sarà quello che disse Gesù ai primi Apostoli: “Vieni e vedi”.  Noi difatti abbiamo deciso di proporgli di visitare il gruppo famigliare che è il luogo simbolo di Nomadelfia dove si incarna il Carisma e gli faremo conoscere la nostra storia attraverso i nostri ragazzi. Siamo molto più curiosi su quello che il Papa dirà a noi, di noi e per noi.

  • Come sta vivendo la Popolazione di Nomadelfia questa attesa?

L’attesa cresce sempre più in un momento di emozione e preghiera e di attesa per quello che il Papa ci dirà e per tutto quello che verrà dopo il 10 maggio. Attendiamo il Papa con molta gioia.

 

L’evento sarà visibile su tutti i social di Nomadelfia (facebookinstagram) e specialmente in diretta su twitter con l’hastagh #Papa10maggio

papa-10-maggio

z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *