Federico Proietti: cantautore di Roma sempre con la chitarra tra le mani

Incontro, nel quartiere dove vivo a Roma, il giovane (21 anni) cantautore Federico Proietti (lo riconosco dalla sagoma della chitarra che spunta da dietro il suo viso allegro) e ci fermiamo per fare due chiacchiere che riporto volentieri per i lettori de IlCentuplo.it
Tu e la tua chitarra siete inseparabili: prima musicista o cantautore?

Sul piano temporale sicuramente musicista. Ho iniziato a studiare chitarra già dai tempi della scuola e non me ne sono più separato. Ho continuato gli studi intraprendendo un percorso accademico al St. Louis College of Music che sto frequentando tutt’ora.
La passione per il canto nasce più tardi. Mi sono avvicinato al canto grazie al palcoscenico: faccio teatro (musical) da parecchi anni ormai ed è stato lì che per la prima volta ho sperimentato cosa significasse cantare davanti ad un pubblico.
Ho capito però quanto mi piacesse cantare solo quando ho scritto il mio primo pezzo: cantare me stesso, quello che ho dentro, è sicuramente più stimolante che cantare qualcosa che non mi appartiene del tutto.

Come nasce l’ispirazione per scrivere una canzone?

Nasce. Non esiste un momento preciso in cui dico: ”Ok, adesso scrivo!”. L’ispirazione può arrivare in ogni momento, anzi, arriva proprio quando meno te lo aspetti. Può nascere dall’ascolto di un’altra canzone, dalle emozioni che questa ti fa provare, da un ricordo, dalla visione di un film o dalla lettura di un libro, da una notizia uscita sul giornale o passata in TV. Ma soprattutto dalle esperienze che facciamo ogni giorno: più VIVI e più riesci a scrivere. Non a caso questo è il tema di una delle mie canzoni: tutto può essere ispirazione!

È da poco uscito il tuo primo singolo “Regina delle Tenebre” . La tua musica sembra avere molte influenze di artisti e generi diversi

Io ho un grande pregio (anche se alcuni lo chiamerebbero difetto): mi piace tanta musica, e tanti generi completamente diversi tra di loro! Faccio principalmente Pop, ma nello stesso tempo amo il Rock. Adoro i giochi di parole, le rime e la velocità  del Rap Extrabeat ma anche il ritmo che riesce a dare una cassa in 4/4  (caratteristica principale della musica House) come i suoni più ricercati di Alternative ed Indie. A volte credo che la semplicità dell’armonia e della struttura di una canzone potenzialmente “radiofonica” sia vincente, ma altre volte stravolgo tutto. Mi piace così!  Ascolto tanti artisti distanti anni luce tra di loro, come genere, epoca, età, immagine, formazione e persone a cui si rivolgono; e ognuno di loro in qualche modo mi influenza e influenza la mia musica.

Curiosità: se dovessi scegliere un solo abito da indossare sempre quale sarebbe?

Decisamente una giacca! Lo so, può sembrare un abbigliamento scomodo ma vi assicuro che scambierei volentieri una tuta per una giacca.  Le cose bisogna farle con classe… e un pizzico di Rock’n’Roll!

Programmi futuri, concerti in programma a Roma o altrove?

Ora sono alle prese con il video di “Regina delle tenebre”, con regia di Emanuele Pisano. L’uscita è fissata entro fine febbraio.  Fra qualche mese registrerò il mio nuovo singolo ma non posso anticipare ancora nulla. Nel frattempo faccio quello che amo di più: canto, suono e faccio sentire la mia musica.

Il 22 febbraio sarò a Marmo per il contest “Marmo Music Match” accompagnato dalla mia band e il 28 sarò al Fonclea per una serata tutta mia, sempre insieme ai miei ragazzi. Ci vediamo lì!
Altrimenti, per incontrare Federico non per strada, potete andare a questi indirizzi. Grazie Federico, buona carriera!
Link canzone Spotify (questo è quello che devi mettere su “Regina delle tenebre”): https://open.spotify.com/track/3jNpY92Cgpj0yVwDt3T4RN?si=3Qrw9j-kT_GJ3fDxOdBiyQ
federico_proietti_058-1 federico-proietti-river
z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *