E Se Vincent Lambert si fosse chiamato Michael Schumacher?

Vincent Lambert non è morto, è stato ammazzato contro la volontà sua e dei suoi genitori che si sarebbero occupati di lui! È questa è l’Europa modello che vogliamo?

Ormai lo stato ha diritto di vita e di morte sui cittadini! Altro che pena di morte: qui condannano gli innocenti già sfortunati! Benvenuti nel “nazismò” alla francese! Ma anche nei lager era una alternativa al gas! Pure padre Kolbe ci era passato ma siccome non moriva lo hanno finito!
Qui invece siamo alla eutanasia passiva: non ti ammazzo attivamente ma ti lascio morire con i dolori indotti da disidratazione e fame, senza neppure sedazione! È solo più cattivo. Sarebbe come lasciare morire di fame un neonato: non lo uccidi attivamente ma, stante che non può arrivare da solo a cibo e acqua, muore. Quindi se vogliamo, peggio ancora che con eutanasia attiva: qui ha tutte le conseguenze di affamamento e assetamento.

Da medico voglio fare anche una precisazione e una provocazione: quello di Vincent Lambert era lo stesso quadro clinico (per quello che si sa) di Michael Schumacher! Chissà cosa si direbbe se quel medico con delirio di onnipotenza dovesse fare lo stesso col campione di F1!?!
Sul quadro di Michael Schumacher, si sa poco ma per certi versi è simile: presumibilmente vigile ma con limitate possibilità di interazione. Non è in coma e non è terminale.

Jean Todt avrebbe detto a Radio Montecarlo che “Le sue condizioni di salute sono un affare privato, posso solo dire che vive circondato dalla sua famiglia e continua a lottare“ (27/06/2019).
Anche in questo i due casi sembrano simili: non sono due abbandonati al loro destino (chissà quanti soli al mondo hanno già fatto sparire così!).

A Lambert bastavano acqua e cibo: non farmaci per sostenere il circolo, non macchine per farlo respirare o per fargli girare il sangue in corpo.

Il rischio è che il prossimo passaggio possa essere il decretare la morte mentale: un livello soglia sotto il quale si ritenga un individuo troppo demente per essere considerato persona! E poi ridurranno i costi per lo stato. Lo squilibrio bimbi / anziani lo correggerebbero riducendo gli anziani anziché incrementando i bimbi!

Fa più paura della pena di morte!
Qui non è neppure su richiesta come l’eutanasia! è imposto dallo stato! E nessun livello di giudizio fino all’ONU ha fermato la macchina!
Siamo tutti potenziali vittime!

MONZA – SEPTEMBER 12: Michael Schumacher of Germany and Ferrari enjoys a joke during the press conference for the Formula One Italian Grand Prix at the Autodromo di Monza, Italy on September 12, 2002. (Photo by Mark Thompson/Getty Images)
z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.