Archivio categoria: cultura

Quando due amici ti comunicano che si sposano è un po’ la festa di tutti

just-married

Quando due amici ti comunicano che si sposano è un po’ la festa di tutti Sicuramente la loro che ancora non sanno ma nettamente percepiscono le Grazie del mistero Ma anche nostra che forse siamo stati buoni testimoni con la semplicità dell’esempio nel quotidiano Auguri Ylenia auguri Stefano la vostra attesa la vostra gioia la vostra preparazione è indubbiamente anche la nostra e quella di tanti che avete attorno Quando due amici sì sposano è festa grande perché anche qui

Mettiamo ordine nel “meraviglioso quanto variegato” mondo delle cellule staminali

cellule-staminali

Recentemente, in conseguenza della notizia di importante risultato scientifico avvenuto al Bambin Gesù di Roma e ora reso pubblico,  è tornato sulla bocca di tanti non esperti il termine “staminali”. Ovviamente le notizie di cronaca e le informazioni divulgative non devono essere troppo tecniche perché rivolte mediamente ad una popolazione che nella vita fa altro, ma spesso un po’ di chiarezza non guasta, anche e soprattutto quando il termine potrebbe portare a considerazioni non strettamente scientifiche e a prese di

“La famiglia è una istituzione felice, non da sfigati” dice Luciano Ligabue

ligabue-luciano

E’ divorziato ma crede ancora nella famiglia che considera una istituzione felice e non da sfigati. Sarebbe facile dire “è un Ligabue che non ti aspetti” ma io non voglio sorprendermi, solo complimentarmi per queste belle e condivisibili parole che “ballano sul mondo” ci fanno ballare su questo mondo e che sono in linea col personaggio e le parole delle sue canzoni. Durante l’intervista con Assante e Castaldo a La Repubblica Tv, Luciano Ligabue parla della sua idea di famiglia.

Guardando “La vita è bella” con e senza figli

scena-la-vita-e-bella

Ho rivisto oggi, con moglie e figli, tutti stretti sul divano, il film capolavoro “La vita è bella” di Roberto Benigni, uscito nell’ormai lontano 1997. Lo vidi allora quando ancora non ero sicuro del mio futuro, non ero sposato, non avevo figli. L’ho rivisto oggi con moglie e figli. Allora ricordo chiaramente che mi domandai: come mi sarei comportato io, padre, se mi fossi trovato nella stessa situazione? E passai metà dei 124 minuti della pellicola a piangere. Oggi mi

Il “Cristo Velato” ha respirato, mi ha sussurrato, è pronto a risorgere

cristo-velato

Quando arrivi lì dentro dimentichi tutto. Dimentichi la città splendida che ti sei appena lasciato alle spalle risalendola dal mare e arrangiandoti per trovare la Cappella San Severo. Dimentichi il lavoro, l’accordo appena firmato davanti a un’ottima pizza ovviamente al vicino tempio della pizza napoletana, Da Michele Dimentichi moglie e figli (anche se già ti prometti che porterai presto qui pure loro) perché capisci che quello è un momento unico e intimo tra voi due ma questo è un luogo che

“Vietato lamentarsi” ma soprattutto è obbligatorio ascoltare la propria voce interiore

vietato-lamentarsi

Restiamo ancora una volta sul tema “cambiamento di vita e di lavoro” (sarà perché sento un’altra svolta vicina nel 2018) e oggi vi consiglio questo libro: “Vietato lamentarsi. Agisci per cambiare in meglio la tua vita e quella degli altri”. Autore Salvo Noè – edizioni San Paolo. La prima parte del libro è impostata sul perchè si ha spesso l’abitudine a lamentarsi ed è la parte che mi è piaciuta meno, forse perchè sono uno che si lamenta poco e

“Ringrazio il Cielo e la chitarra”, parole di Vasco Rossi

vr-ringrazio-il-cielo-e-la-chitarra

Mi riprometto spesso di non scrivere troppo di e su Vasco Rossi per non sembrare mono tematico anche se questa non credo sia una accusa che mi si possa rivolgere vista la varietà di argomenti anche trattati in questo spazio denominato “buongiorgio“. Dopo il mio libro “Vasco Rossi – Modena Park” mi stanno succedendo tante cose anche contrastanti che toccano anche la profonda sfera personale. Voglio parlarvi solo di quelle positive a cominciare dalle parole di quel sacerdote (e riportate

Il nostro saluto alla cantante dei Cranberries: “Ciao Dolores!”

dolores

Ieri sera è giunta la notizia della morte di Dolores O’Riordan, la cantante del gruppo rock irlandese The Cranberries. Era malata da tempo e le sue condizioni di salute non le avevano permesso di proseguire il tour con la band nel corso della scorsa estate. Negli anni ’90 i Cranberries avevano saputo raccogliere al meglio l’eredità del rock “celtico” e popolare degli U2, grazie a un pugno di vibranti invettive e di eteree ninnananne, intrise di quel fascino “magico” che ha

“Teniamoci in contatto”: un gran bel libro per chi vuole cominciare a cambiare vita

teniamoci-in-contatto-copertina

Vuoi cambiare vita e ti senti una donna o un uomo moderno del 2018? “Teniamoci in contatto – La vita come impresa” di Reid Hoffman e Ben Casnocha è un libro imprescindibile se senti di essere a un nuovo punto di svolta della vita, soprattutto sotto il profilo lavorativo. (Reid Hoffman è cofondatore e presidente di Linkedin.) I consigli pratici (con tanto di “prenditi il tempo per”) sono tanti a cominciare da quello di considerarsi tutti come una start up,

Buon lavoro Italia, ho pregato per te

2018 text design on creative business success strategy. Concept modern template layoutю 2017 text surrounded by doodle icons

Ho pregato per voi maestre e professori che oggi iniziate il lavoro di aiutare nella crescita i nostri figli. Ho pregato per te, barista amico, perché il tuo caffè prima di partire mi possa spingere per tutti i giorni dell’anno. Ho pregato per te, che ho incontrato per primo, stamattina, a quel semaforo d’incrocio tra la Battistini e la Pineta Sacchetti, dove vivi da 23 anni con la gentilezza e quel sorriso alla Morgan Freeman che ti contraddistinguono. Ho pregato

« Articoli precedenti Articoli successivi »