Archivio categoria: cultura

Dall’invisibile al visibile, al Maker Faire tutto è possibile

invisibilevisibile2

Difficile scegliere tra centinaia di espositori, migliaia di idee (molte meritevoli per davvero), decine di azzeccatissime creazioni (complimenti a tanti, dall’Esercito Italiano a Robotic Thunder passando per Polygonal e per tutti gli stands del padiglione sul riciclo e sugli orti urbani, ritornando dai chimici di Scienza Divertente Roma fino ai Droni ovunque e per tutto). Difficile e pericoloso fare elenchi, come sto facendo, perché sicuramente qualcuno lo si dimentica ma il consiglio dei Gibertini riunito nel viaggio di ritorno (ogni

La diversità è un bene, si possono imparare nuove cose dalle altre persone e la vita è sicuramente meno noiosa

Angelica Carpani, terza arrivata,

Cosa vuol dire essere diverso? La diversità è un bene o un ostacolo? Secondo me siamo tutti diversi, come dice mia nonna il mondo è bello perché è vario! La diversità è un bene, si possono imparare nuove cose dalle altre persone e la vita è sicuramente meno noiosa. Oggi però viviamo nell’epoca in cui facciamo le cose per essere accettati dagli altri, per entrare in un gruppo e non perché ci piacciono veramente; perdiamo di vista i sogni, le

La diversità è una ricchezza non vediamola come un ostacolo

il quarto premiato Matteo De Santis

Diversità? Nel mio vocabolario leggo che è: “una caratteristica, una condizione di chi, di ciò che è diverso”. A mie parole, invece, dico che la diversità potrebbe essere come se in una amicizia ad uno piace una cosa e all’altro un’altra! La diversità nel libro “mio fratello rincorre i dinosauri” di Giacomo Mazzariol è la sindrome di Down che ha colpito suo fratello Giovanni. Io non so se la diversità è un ostacolo o una ricchezza, non lo sapeva neppure

La diversità è la cosa che proprio ci distingue, la nostra ricchezza

Il Sindaco di Venarotta Fabio Salvi, Emidia Formica presidente di Pianeta Genitori, il premiato Damiano Amici e Giorgio Gibertini presidente di GIuria

Vorrei iniziare riportando l’articolo n.1 della ‘’Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e dei Cittadini ‘’, ovvero: <<Gli uomini nascono e rimangono liberi e uguali nei diritti. Le distinzioni sociali non possono essere fondate che sull’utilità comune.>> Questo è quello che dice un documento del  1789, ma la realtà è un’altra. Alcune persone sono private di diritti fondamentali. In alcuni Paesi nel mondo un problema molto presente è la carenza di cibo e acqua potabile e per questo motivo vi è un

“Lo Stato mi paga per essere down” dice Davide nel libro “Mio fratello rincorre i dinosauri”

dinosauri3

Essendo, con molto onore e piacere, presidente della Giuria del Secondo concorso letterario :  “La diversità è ricchezza od ostacolo” organizzato dalla Associazione Pianeta Genitori di Venarotta, mi sono letto tutto d’un fiato, anche qui con piacere, il libro che ha ispirato il concorso ovvero “Mio fratello rincorre i Dinosauri” di Giacomo Mazzariol (edizioni Einaudi). Il libro racconta di come Giacomo vive l’attesa, la nascita e poi la crescita di suo fratello super eroe che viene al mondo con la

Paolo VI, il papa “dimenticato”

papa-paolo-vi-fiaccola-sacconago-105617-610x431

Alle ore 21.40 del 6 agosto di quarant’anni fa, a Castel Gandolfo, ci lasciava Papa Paolo VI. Ho sempre pensato che le date di nascita e morte di una persona, in un certo senso, rappresentano la sua vita. Paolo VI ci lasciò il giorno della Trasfigurazione del Signore, lontano da Roma, lontano da tutti, condividendo lo stesso destino di un altro grande pontefice riformatore, a lui molto legato: Pio XII. Pochi forse oggi ricordano il grande Papa Montini, forse per

Festa di quartiere (Roma) sul dialogo intergenerazionale: “n’artro mondo a Pineta Sacchetti”

nartro-mondo

Roma vive di quartieri, lo si sa. Io stesso vivo a Roma da 15 anni anzi, per la precisione, vivo in questo Quartiere di Roma da 15 anni. Ho cambiato casa tre volte e tutte restando in zona, passando da via Paolo V a via Cardinal Garampi e infine via Benedetto XV. Mia moglie, prima di scegliere una nuova abitazione, è sempre stata chiara: non dobbiamo allontanarci dalla via! Perchè? Che cosa ha di straordinario questo quartiere? Niente e tutto.

“I bambini sono come certi uccelli che in gabbia muoiono” don Zeno Saltini come lo racconta Oriana Fallaci (1952)

nomadelfia-oriana-fallaci

“È stato tremendo” disse don Zeno. Non immaginate lo strazio di quei bambini strappati per la seconda volta alla loro mamma. Avevano perso la mamma e l’avevano ritrovata. Ed ora l’hanno ripersa. Sono arrivato a dire cose terribili, in quei giorni: mi chiedevo perché Dio non li avesse fatti morire con la loro madre”. Nella saletta di un bar… Don Zeno si passava le mani sui capelli bianchi e piangeva. “Vedete – disse – i bambini non sono come noi.

A Vallorano di Venarotta si è svolta la premiazione di due concorsi per giovanissimi

vallorano-vincitrice

Bellissimo pomeriggio a Vallorano di Venarotta dove si è festeggiato il patrono San Giorgio Martire. Dopo la processione per le vie del paese, si è svolta la premiazione di ben due concorsi patrocinati dal Comune: uno fotografico, indetto dal comitato della piccola frazione e uno letterario, indetto dall’associazione Pianeta Genitori. Un momento di cultura e arte a cui molti ragazzi delle scuole medie di diversi plessi scolastici hanno voluto partecipato grazie all’ interessamento degli insegnanti, in particolare delle professoresse Santini

“Wonder”, ovvero come trovare il proprio posto nel mondo

wonder1

Per restare in sintonia con i miei figli che crescono ho letto “Wonder” di R.J. Palacio – edizioni Giunti – il bestseller internazionale che è anche diventato un film di successo (ho letto solo il libro, non ho visto il film). Auggie, nato con una tremenda deformazione facciale, la sindrome di Treacher-Collins, si trova ad affrontare con coraggio il mondo della scuola, dopo anni di protezione da parte della sua famiglia. Come sarà accettato dai compagni? Dagli insegnanti? Chi sarà suo

« Articoli precedenti Articoli successivi »