Archivio categoria: buongiorgio

Papa Francesco è venuto a vivere a casa nostra

amoris-laetitia

Appena uscita l’Amoris Laetitia l’ho scaricata sul tablet in formato pdf (giuro, ho finito con le parolacce anglosassoni) e me la sono letta tutta d’un fiato nel viaggio di andata per Milano. Al ritorno invece mi sono divertito a sfogliare i giornali italiani per ridere di quei titoloni falsi e tendenziosi che accompagnavano la pubblicazione della Esortazione Apostolica sull’Amore nella Famiglia. Come spesso accade molti colleghi giornalisti non leggono il testo intero ma solo qualche riassunto e ci costruiscono su

Ai matrimoni degli altri si impara sempre qualcosa in più anche sul proprio matrimonio

matrimonio-michela-simone

Ieri ho avuto l’onore di accompagnare in auto, con la mia fiammante e super pulita (per la prima volta) Fiat 500L Rossa, prima la sposa Michela (bellissima in abito tradizionale indiano color rosso…. quindi perfettamente in sintonia con l’auto) e poi entrambe gli sposi, quindi anche Simone, anche lui lunghissimo e bellissimo nel suo abito lungo da cerimonia. Don Tonino ha parlato loro di “nostro” (D’ora in poi sarà tutto un noi”) , di come lui gli aveva impartito, a

Gli “occhioni” di Paolo non hanno bisogno del sostegno dello Stato per brillare

occhioni

Secondo giorno di scuola. Paolo cammina con me mano nella mano e, vicino alle scale, riconosce prima di me la sua nuova maestra Silvia e le corre incontro gettandole addosso prima i suoi “occhioni” e poi un lungo largo caloroso abbraccio. La maestra, visibilmente commossa, mi guarda e dice: “Mi ha già fatto innamorare questo bambino” e se lo spupazza per un po’. A chi lo dice, Maestra! Anche io e mamma Sara ne siamo innamorati e le possiamo confermare

Il primo giorno di scuola lo è sempre per tutti, figli e genitori

primo-giorno-di-scuola

Oggi per noi è stato il primo giorno di scuola alle medie per Massimo e alle elementari per Paolo. Doppie emozioni, grandi emozioni per loro ma anche per noi. Sì, anche per noi. Pur non essendo la prima volta che ci capita una classe prima, ogni volta è come ritornare alla prima volta. I figli nel crescere hanno questa magia: gli esordi non sono mai uguali per tutti, ogni volta sono differenti. Così è stato anche oggi. Io e mia

Voi siete quelli che vanno in Chiesa e poi fanno tanti figli?

tanti-figli

Continua la saga delle domande stupide per noi genitori con “tanti” figli e della quale ci ha parlato egregiamente Mariangela dopo anche un mio pezzo su cose successe la scorsa estate. Ambientazione: sala d’aspetto del dottore. Siamo io e Mauro, il più grande, che ancora legge Storia perché in ritardo coi compiti. Si avvicina una signora sulla cinquantina (o se meno comunque portati male). Comincia con la solita tiritera sul fatto che non si debbano dare compiti ai figli, che

Abbiamo il primo racconto nato ai giardinetti di Venarotta

scivolo-giallo

Grazie alla splendida, curiosa, intensa partecipazione dei bambini di Venarotta (circa 25) ieri siamo siamo riusciti nell’impresa di creare la prima storia di fantasia con loro. I bambini, convocati dalla associazione locale Pianeta Genitori, si sono accomodati sul prato con i loro asciugami, vicino allo scivolo, e sotto una luce artificiale mi hanno ascoltato dapprima parlare loro della nascita di Peter Banana e, in seguito, mi hanno seguito nel costruire una storia di fantasia. E’ venuto fuori che i due

Con le “Serate di Nomadelfia” il Vangelo torna attuale e diventa moderno

nomadelfia

Quante volte avrò visto i Nomadelfi esibirsi nelle loro Serate di Propaganda? Tante. Ieri ho provato a contarle ma mi sono perso oltre le dieci dita delle mani (dopo non so più contare). Ho rivisto la “Serata” ad Ascoli Piceno e ho notato con gioia il grande sforzo (ottimamente riuscito) che i Nomadelfi hanno fatto per modernizzare lo spettacolo mantenendo intatto, anzi a tratti migliorandolo, il messaggio. Che cosa intendo dire. L’anno scorso a Santa Marinella vi era ancora il

Questa sera proverò ad inventare una storia coi ragazzi di Venarotta….

leggimi-una-storia

Ci proverò. Spero di essere all’altezza e lo dico sul serio, non per falsa modestia. Essere all’altezza dei bambini è difficilissimo perché anzitutto devi scendere dal tuo piedistallo di adulto, scrostarti delle ruggini dell’età, ritrovare un animo e un linguaggio semplice e diretto e poi saper ascoltare la loro voce e a volte i loro pensieri. Anni fa sono riuscito a fare questo coi miei figli e sono nati poi due libretti: “Peter Banana e le vacanze romane” e “Peter

Le serate di Nomadelfia approdano ad Ascoli Piceno

serate-nomadelfia

Tra le realtà più concrete e gioiose che io conosca vi è sicuramente Nomadelfia. Queste due qualità sono ben rappresentate nelle Serate di Nomadelfia. Che cosa sono le serate di Nomadelfia che si svolgeranno in Piazza Arringo di Ascoli Piceno il prossimo 22 e 23 Agosto? “Le Serate sono incontri con le popolazioni per conoscerle e farsi conoscere. Con questi spettacoli i nomadelfi portano il Vangelo sulle piazze, non come singoli, bensì come popolo che dà una testimonianza della propria vita.

Il passaggio al quarto figlio è stato devastante….per gli altri!

tutti-suoi

Più degli altri anni questa è stata l’estate del: “Tutti suoi?” Vedere un papà con quattro figli maschi (quasi tutti della stessa età) deve essere più unico che raro e sia che tu sia al largo a insegnargli a nuotare, oppure a Noto a prendere un gelato o ad Avola sul Lungomare, immancabilmente mi è risuonata questa domanda! Già col terzo figlio eravamo considerati eroi, quando arriva il quarto (in qualsiasi modo) passi al livello successivo e diventi un extraterreste.

« Articoli precedenti Articoli successivi »