Archivio categoria: buongiorgio

Venezia ha bisogno di altro, non di due chiappe al vento: qui trovate come aiutare concretamente

I giornali online in questo giorno stanno impazzendo continuando a dare il peggio di se (considerato sempre che al peggio non c’è mai fine) e hanno deciso di eleggere a, immagine simbolo della tragedia che sta colpendo il Veneto e Venezia in particolare, quella della bella ragazza che cammina nuda, nella parte sotto, nell’acqua alta con un bel sedere in bella mostra. Qualche giornale ha pure commentato la foto giustificando il tutto con il sagace umorismo dei veneziani: più che

Il miracolo della Vendemmia continua, ecco i colori dell’Aglianico

Continua il miracolo della Vendemmia. Ora è il momento dell’Aglianico. Abbiamo incontrato il sorriso e la gioia di Paolo Mastroberardino, delle sue figlie e dei suoi dipendenti della Cantina Vinicola Terredora, che ci ha concesso in esclusiva queste foto e questo video ma soprattutto queste parole sui colori dell’Aglianico conducendoci in giro per la sua azienda durante quest’ultima fase della vendemmia. “Ecco la grande qualità delle nostre Aglianico raccolte durante questa vendemmia 2019. Vi faccio notare la bellezza del colore

Un Rosario coi nomi dei famigliari, per non “dimenticarsi” per chi si sta pregando

In tanti ieri, in occasione del mio compleanno, mi avete chiesto dove avevo trovato questo Rosario che vedete in foto (e che parla da sé) con i nomi dei figli e della moglie su ogni decina (mia moglie ne ha uno uguale col mio nome, ovviamente, e non il suo). Chi fosse interessato ad avere questo aiuto visivo per pregare per i figli (una decina per uno non fa male a nessuno) può contattare le suore del Monastero di San

Valterina la nonna ombrellina

Auguri a tutti i nonni del Centuplo. E l’augurio lo vogliamo fare raccontandovi della nonna ombrellina: un modo simpatico e originale di stare vicino ai propri nipoti, sempre! Che cosa è successo? “A Misano Andrea Migno, romagnolo doc, ha trascorso i minuti precedenti al via della gara di Moto3 in compagnia di un’ombrellina molto speciale, la nonna Walterina. Il pilota di Cattolica è molto legato alla nonna”.  Leggi l’articolo sul sito Moto3. A noi questa storia ha fatto sorridere ricordandoci dei tanti nonni a

Perché abbiamo permesso ai nostri figli di andare al Friday For Future

Mentre scrivo queste parole ho nella testa le ultime che mi hanno detto i miei figli Mauro ( 14) e Massimo (12) mentre li lasciavo alla metropolitana: “Andiamo a salvare il mondo”. Ho accompagnato i miei figli alla metropolitana per andare alla Manifestazione al Global Strike che fa riferimento al movimento di Greta Thunberg. In molti mi hanno scritto anche privatamente: tu quoqe? Si, io “quoquo”! Io, cattolico, di destra, che non ho mai manifestato, che sono contro gli scioperi

Cattolici, abbiamo già l’enciclica “Laudato Sì”, non rincorriamo solo dietro a Greta

Ho voluto mettere un titolo appositamente provocante e forte a questo mio articolo sul tema ambiente perché un po’ tutto questo parlare, pro o contro Greta Thunberg, comincia a darmi dispiacere. Perché? Non voglio parlare dei punti oscuri della vicenda (foss’anche solo per il fatto che essendo appunto oscuri neanche io li conosco) ma voglio cercare di prendere, come sempre, il positivo dal tutto e quindi, nel ringraziare Greta per il movimento culturale planetario sollevato, provo a fare qualche piccola

Un arcobaleno di speranza su Pescara del Tronto

Questa strada la percorro spesso, chi mi legge da tempo lo sa, sia per questioni di famiglia sia per quelle di lavoro. Questa posizione, Pescara del Tronto, ha significato molto per noi in questi anni: venendo da Roma, appena superato questo svincolo, cominciavi a intravvedere quel paesino presepe di Arquata del Tronto mentre tornando da Ascoli era difficile da scorgere le sue casette dietro la folta vegetazione. Ora come forse sapete Pescara non c’è più, completamente rasa al suolo dal

La casa è un diritto nostro e un dovere dello Stato: non toglietela a loro ma datela a tutti

Scrivo questo articolo di getto, di cuore, di passione mentre è in corso lo sgombero dell’ex Istituto Agrario don Calabria in via Cardinal Capranica a Roma, a meno di un km da casa mia. Sento la polizia passare, tanta, le strade sono bloccate, vedo i fumi degli incendi usati come barricate da parte delle 320 persone che da 18 anni vivono lì dentro: quasi riesco a sentire il pianto dei bambini! Scrivo questo articolo dal mio balcone, in questa casa

Mondiali di Calcio Femminile con l’entusiasmo maschile

Qualche settimana fa mio figlio Massimo mi ha detto: “Babbo, le femmine si sono qualificate ai mondiali di calcio, i maschi no. Sono meglio loro di noi”. Ho preso la palla al balzo (e non solo metaforicamente) e gli ho detto: ” E noi le seguiremo in tv come fossero la nazionale maschile quindi comincia a invitare amici ed amiche che io invito i papà”. Così è stato e il nostro entusiasmo e il nostro tifo non è mancato e

A Sanremo c’è chi promette di andare a Messa e chi invoca Satana

Riflettevo, da spettatore, su una piccola cosa che vuole essere una nota di cronaca spero interessante. L’8 febbraio sera, durante la terza serata del Festival di Sanremo, dopo l’esibizione di Cristicchi, il comico e presentatore Claudio Bisio intrattiene il pubblico rispondendo ad alcuni tweet soffermandosi però sul messaggio di un prete napoletano a lui direttamente rivolto. «In queste ore sui social si leggono tante cose, ma un messaggio mi ha colpito e commosso», ha detto Bisio in diretta. «A scrivermi è Salvatore, un prete napoletano –

« Articoli precedenti