Archivio categoria: buongiorgio

La casa è un diritto nostro e un dovere dello Stato: non toglietela a loro ma datela a tutti

Scrivo questo articolo di getto, di cuore, di passione mentre è in corso lo sgombero dell’ex Istituto Agrario don Calabria in via Cardinal Capranica a Roma, a meno di un km da casa mia. Sento la polizia passare, tanta, le strade sono bloccate, vedo i fumi degli incendi usati come barricate da parte delle 320 persone che da 18 anni vivono lì dentro: quasi riesco a sentire il pianto dei bambini! Scrivo questo articolo dal mio balcone, in questa casa

Mondiali di Calcio Femminile con l’entusiasmo maschile

Qualche settimana fa mio figlio Massimo mi ha detto: “Babbo, le femmine si sono qualificate ai mondiali di calcio, i maschi no. Sono meglio loro di noi”. Ho preso la palla al balzo (e non solo metaforicamente) e gli ho detto: ” E noi le seguiremo in tv come fossero la nazionale maschile quindi comincia a invitare amici ed amiche che io invito i papà”. Così è stato e il nostro entusiasmo e il nostro tifo non è mancato e

A Sanremo c’è chi promette di andare a Messa e chi invoca Satana

Riflettevo, da spettatore, su una piccola cosa che vuole essere una nota di cronaca spero interessante. L’8 febbraio sera, durante la terza serata del Festival di Sanremo, dopo l’esibizione di Cristicchi, il comico e presentatore Claudio Bisio intrattiene il pubblico rispondendo ad alcuni tweet soffermandosi però sul messaggio di un prete napoletano a lui direttamente rivolto. «In queste ore sui social si leggono tante cose, ma un messaggio mi ha colpito e commosso», ha detto Bisio in diretta. «A scrivermi è Salvatore, un prete napoletano –

Il Direttore d’Orchestra parla col pubblico per spiegare Mozart, Rossini e Verdi

Ho avuto la possibilità di accompagnare mio figlio Matteo (8 anni) al Teatro Eliseo in Roma per assistere al progetto “Ouverture a Mozart, Rossini e Verdi” organizzato da Europa Incanto Orchestra e diretto da Germano Neri. “Mozart, Rossini e Verdi hanno certamente molto in comune, dall’eccezionale capacità delle loro creazioni musicali (…) fino al puro e semplice amore per le cose belle della vita. Grazie all’innovativo format che vede l’interazione tra il Direttore di Orchestra e il pubblico, verranno svelati

Quelle pagine bianche sono diventate “Corri e non fermarti mai”, il libro di Nada Di Gregorio

“Ricordate che per ogni porta che aprirete, scoprirete in voi una persona diversa”. In queste poche, semplici, chiare pagine (tipiche di chi vive in montagna, guardando il mare, ed è nata essenziale e semplice) Nada Di Gregorio racconta la sua vita normale, scombussolata dalla scoperta del tumore al seno, e poi ripartita e riconquistata grazie alla scelta di vivere e all’aiuto di pochi, famigliari e amici veri e medici intelligenti. “Corri e non fermarti mai – Dopo ogni traguardo c’è

Un gioiello di semplicità: la chiesa di San Rocco a San Valentino in Abruzzo Citeriore

E’ semplice. Più la guardi, che sia notte o giorno, più ti domandi come può essere così splendida nella sua semplicità per poi capire che è splendida proprio grazie a quella semplicità. Nello spazio internet dove si parla di lei si scrive così: “E’ un classico esempio di architettura religiosa del tratturo o rurale, edificata in varie zone e riconoscibile per la semplicità degli elementi architettonici compone la facciata e gli interni. La posizione della chiesa è sopraelevata, su una

E’ facile trasformare un giorno qualunque in un giorno speciale

In Italia soprattutto è facile trasformare un giorno qualunque in un giorno speciale. Come? Ingredienti: un paio di amici (non importa da quanto tempo li conosci, basta che vi sia sintonia d’anime e il tempo comincia a non contare e scopri sempre qualcosa di nuovo); qualcosa di bello da visitare (siamo stati alla Cantina vinicola Zaccagnini che è un vero e proprio museo all’aperto e al chiuso, oltre ad essere una delle più rinomate aziende produttrici di ottimo vino italiano)

In meno di cento pagine di Piccola Storia Felice ho già ricevuto il mio Centuplo

Il mio nuovo libro #seguimichesonofelice – Piccola Storia Felice mi sta dando grandi soddisfazioni perchè in tanti (come pubblico sul mio blog www.buongiorgio.com) si stanno lasciando contagiare dalla ricerca dell’allegria e, inevitabilmente poi contagiano altri. #seguimichesonofelice non vuol dire che bisogna seguire me ma la ricerca della felicità nel quotidiano. Qualche settimana fa ho visto passare su Amazon un acquisto di 50 copie del mio libro e ho poi scoperto che l’amica Emidia Formica (mi pregio di considerarla amica), dopo

Anche un sacchetto di carta mi sorride e mi invita a #seguimichesonofelice

In ufficio da una cliente scopro questo enorme sacchetto di carta fucsia che mi accoglie sorridendo con le corde dei manici. Smile! Poi non dite che sono io che cerco ovunque un po’ di allegria e sorriso (come ho scritto nel mio ultimo libro #seguimichesonofelice) quando dico: “Ogni mattina alzati e cerca la felicità. Vai in cerca della felicità che potresti già trovare accanto nel tuo letto (quindi senza bisogno neanche di alzarti), nell’altra stanza di casa tua, dal pianerottolo

Al funerale di mamma Chiarina il sacerdote invita a fare gli “Auguri” per la sua nuova vita

Ho partecipato con commozione al funerale di mamma/nonna Chiarina, donna che non ho mai conosciuto ma che è madre di Mario, mio carissimo amico e “compagno/avversario” del giovedì sera a calcio. Certe persone le conosci tramite i silenzi dei figli, le lacrime del genero, la compostezza di tutti i nipoti e lo sguardo basso del marito. Poi ai funerali ci sono le parole dei sacerdoti i quali spesso conoscono bene i defunti e quindi raccontano qualche aneddoto, altre volte invece

« Articoli precedenti