Archivio categoria: buongiorgio

“Scappare” dal terremoto grazie alle Cronache di Narnia

laboratorio3

Sono giovanissimi anche loro, vengono da Firenze e tutto l’anno si sono preparati sulle Cronache di Narnia per aiutare i nostri figli, i figli del terremoto, a evadere, “scappare” da quell’evento e rinascere a nuova vita come è proprio avvenuto ai ragazzi protagonisti della storia. Tra i ragazzi del terremoto ci sono stati anche i miei figli che comunque quell’evento l’hanno vissuto in diretta il 24 agosto e ogni volta che arriva una scossa perchè metà della nostra famiglia è

Quando si lavorava cantando….

cantando

Umberto lavora qui da qualche anno ma tra tre anni (finalmente, dice lui) andrà in pensione dopo essere stato fermato “al posto di lavoro” dalla legge Fornero ed aver subìto piano piano l’arrivo di altri che gli hanno portato via entusiasmo e forza. Piano piano le sue mansioni di dirigente e responsabile sono state ridotte, sono giunti nuovi manager dall’America, professionisti che si fermano in Italia due anni, fanno qualche taglio e poi volano a lavorare altrove. Umberto mi ha

Uno, nessuno, duecentomila: io ballo e canto da solo a Modena Park

vasco-jolly

Da adesso è modalità Vasco Rossi Modena Park – on. Ecco, è arrivato il momento. Domani mattina all’alba partirò da solo per il concerto dei 40 anni di carriera di Vasco Rossi e per ascoltarmi 40 canzoni che conosco tutte e che spesso ho ricantato, nei miei quotidiani momenti di follia, nelle pause lavoro o mentre guido per andare da un cliente o per tornare dai miei affetti. Sarò da solo ma con tanti di voi conosciuti anche nel prepararci

Biblioteca Serafino Belfanti: 25 mila volumi all’interno di una azienda

giorgio-in-biblioteca-belfatti

Ci sono giornate nelle quali, facendo il lavoro di commerciale, parti e, come dice quella canzone, l’importante è sentire che va. Ci sono clienti che raggiungi perchè hanno una dozzina di tuoi strumenti e quindi vuoi conoscerli e vuoi che loro conoscano te, forte del cognome che porti, immeritatamente, sulle spalle ma che cerchi di onorare col tuo vivere. Sempre più spesso però ci sono sorprese, dietro l’angolo, dietro una porta, che ti riconciliano non solo col lavoro ma con

Questo è il periodo delle partenze e dei ritorni…. dei figli!

massimo-in-partenza

E’ un periodo di partenze (e di arrivi) questo. Lo sappiamo tutti: con la fine della scuola i figli cominciano ad avere le attività estive ricreative anche fuori città oppure si recano dai nonni (chi ha la fortuna di averli e di averli disponibili). Più i figli crescono più aumentano anche le possibilità di “partenze” e per noi genitori comincia questa parte difficile: accompagnarli nella vita a distanza, affidando la loro maturazione anche ad altre persone, confidando nel rispetto di

Secondo te hanno capito che è l’ultima sera che passeranno assieme?

5-anni-unici

Festa di fine anno della Quinta elementare. Si sono già consumate le lacrime di rito, gli scambi di regali, i filmati con le foto dei nostri figli cresciuti in questi anni, i ringraziamenti alla Maestra e ai rappresentanti di classe. Ora tutti i ragazzi giocano in mezzo al campetto della scuola e un altro papà mi guarda che li osservo e mi chiede: “Secondo te si rendono davvero conto che è l’ultima sera che sono tutti assieme?” Mi giro verso

La serranda del negozio è chiusa: Nando si è impiccato

nando

Torniamo a Roma soffocati dal caldo: 34 gradi e dobbiamo prepararci per il battesimo di Maria Lucia. In quartiere però la voce si è già sparsa: Nando, er macellaro, è morto, anzi, si è suicidato, anzi, si è impiccato, sabato scorso. Il quartiere è in silenzio da giorni: quel verbo è difficile da declinare sulle nostre labbra, nella nostra mente. Nando lo conoscevamo tutti, noi vi abbiamo vissuto di fronte per 12 anni prima di allontanarci di 200 metri. In questi

Non si piange mai in coppia: onore alla moglie di Totti

ilary-blasi

Mentre io grondavo di lacrime davanti al tv, mia moglie, simile a un’ascolana Ilary Blasi, correva, come sempre, in su e in giù per la casa, in “tutt’altre faccende affacendate”, lanciandomi anche sguardi di incomprensione. Io facevo il giro della casa piangendo abbracciato ai miei figli, mia moglie ci seguiva sistemando il disordine che lasciavamo nelle stanze. Onore al Capitano (ne ha parlato qui Pasquale) ma onore anche a sua moglie che oggi in tanti cercano di interpretare per quei

Claudio va in pensione e con lui un pezzo di me

caffe-corretto

Si chiama Claudio, enologo 63enne di una società cliente di Roma, e mi comunica che a giorni andrà in pensione. Cambio programma e corro a salutarlo in azienda per la nostra ultima chiacchierata davanti alla macchinetta del caffè e per la correzione con la loro Sambuca. Negli anni abbiamo si parlato di strumenti Gibertini ma anche di politica, calcio, vita, famiglia, di tutto. Non abbiamo quasi una idea in comune: veniamo da due mondi opposti però capaci di guardarsi negli

E per la Prima Comunione in regalo Whatsapp

chat-with-jesus

Abbiamo ceduto anche noi. Annoverateci nel gruppo di quei genitori che poi cedono, che barcollano sotto i colpi dell’insistenza dei figli, che non ce la fanno a tenere duro fino a…. alla prima media. Quando non hai figli sei convinto che il cellulare glielo comprerai non prima dei 18 anni. Poi quando hai figli e arriva la Prima Comunione ti accorgi che con le mance il tuo ragazzo si può comprare da solo anche l’ultimo modello di Iphone che tu hai

« Articoli precedenti