Articoli di: Pasquale Pierro

Don Tonino, fratello vescovo

30741951_10212458581642855_2390640543438184171_n

Sono trascorsi venticinque anni dalla morte di un grande profeta del nostro tempo: don Tonino Bello, Vescovo di Molfetta. Ho studiato nella città di Molfetta, frequentando sia le scuole superiori sia la Facoltà di Teologia. Il ricordo che conservo è quello di un affetto straordinario nei confronti di quest’uomo. Ricordo che una mattina, mentre andavo a scuola, sul corso principale c’era affisso un manifesto che riportava un’iniziativa per l’anniversario dalla morte di don Tonino (era il 1996), e sotto il

Il sacrosanto diritto alla libertà d’espressione

combo2-u43040552767777lcf-u434601088062111zqb-1224x916corriere-web-roma-593x443

Come tutti ben sanno, la scorsa settimana l’Associazione Pro Vita ha chiesto l’autorizzazione al Comune di Roma per l’affissione di un manifesto in Via Gregorio VII, a due passi dalla Basilica di San Pietro. Il cartellone riportava l’immagine di un feto di 11 settimane e alcune scritte, che dicevano: “Tu eri così a 11 settimane: tutti i tuoi organi erano presenti. Il tuo cuore batteva già alla terza settimana dopo il concepimento. Già ti succhiavi il pollice. E ora sei qui

La vera Buona Scuola: gli alunni insegnano a pregare!

crucis

Papa Francesco ci ha abituati alla sorpresa sin dal giorno della sua elezione. Il suo pontificato è una continua meraviglia, denso della bellezza della sua semplicità e della straordinaria “rivoluzione silenziosa” dettata dai suoi gesti. Quest’anno ha voluto affidare agli alunni del Liceo Pilo Albertelli di Roma il compito di scrivere i testi delle meditazioni della tradizionale Via Crucis al Colosseo della sera del Venerdì Santo. Gli alunni sono stati aiutati nella realizzazione dal Prof. Andrea Monda, docente di religione,

Grazie, Capitano Astori!

download

Nei tempi più recenti ho spesso mostrato le mie rimostranze verso il mondo del calcio, arrivando quasi a detestare uno sport che ho amato alla follia da ragazzo. Ma è da domenica scorsa che sto notando qualcosa di nuovo e di diverso, che mi fa pensare che c’è speranza anche in quell’ambiente. È incredibile come la morte di un calciatore bravo, pulito e onesto possa portare improvvisamente una momento di bellezza e di bontà: campionato sospeso, interventi di calciatori italiani

L’importanza della Memoria e del Ricordo!

27540189_2023010757713776_7377302068350158621_n

La fine di Gennaio prevede la Giornata della Memoria, mentre il 10 febbraio si celebra la Giornata del Ricordo. Due orrori messi a confronto, in cui si è consumata una tragedia umana devastante. La memoria e il ricordo sono i moniti per non ripetere più simili errori e rafforzare in noi il sentimento d’amore per l’umanità. Per me memoria e ricordo mi danno l’occasione di riaprire il diario di famiglia. Mio nonno Domenico ha combattuto durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu

Il nostro saluto alla cantante dei Cranberries: “Ciao Dolores!”

dolores

Ieri sera è giunta la notizia della morte di Dolores O’Riordan, la cantante del gruppo rock irlandese The Cranberries. Era malata da tempo e le sue condizioni di salute non le avevano permesso di proseguire il tour con la band nel corso della scorsa estate. Negli anni ’90 i Cranberries avevano saputo raccogliere al meglio l’eredità del rock “celtico” e popolare degli U2, grazie a un pugno di vibranti invettive e di eteree ninnananne, intrise di quel fascino “magico” che ha

Grazie di tutto, Professore: le tue lezioni ci hanno portato il soffio dello Spirito Santo

mons-_michele_lenoci

  Domenica scorsa è deceduto don Michele Lenoci, da decenni docente di Esegesi del Nuovo Testamento presso la Facoltà Teologica Pugliese di Molfetta. Ha formato centinaia di studenti allo studio della Sacra Scrittura, alla comprensione dei suoi tesori più preziosi e spesso nascosti (anche perché sotterrati sotto una spessa coltre di moralismo bigotto). Ho avuto l’onore di seguire i suoi corsi sui Vangeli Sinottici e l’Opera Giovannea. Era un uomo timido e schivo, ma non per questo privo di una

Il presepe del nostro tempo

25498465_1979802938701225_1593427934817391937_n

Siamo ancora nel pieno delle festività natalizie. Il Papa a più riprese, sia durante la veglia della notte di Natale, che durante la benedizione Urbi et Orbi nel giorno di Capodanno, ha ricordato la drammatica situazione di tantissime persone, costrette ad abbandonare la propria terra in cerca di speranza. Spesso però devono sbattere contro la chiusura gretta di una società chiusa nella propria opulenza, che non ha spazio per l’altro, anzi, nello “straniero” vi intravede una minaccia. Poco prima delle

A proposito “dell’ipocrisia” dei cattolici

biot-1

Qualche giorno fa un mio contatto su Facebook aveva condiviso questa riflessione di Sergio Mandelli sul tema della Legge sul Biotestamento. La condivido in questo spazio!   A PROPOSITO DELL’IPOCRISIA DEI CATTOLICI Qualche giorno fa, in seguito ad alcune mie riflessioni riguardanti una legge a mio parere sbagliata, quella della cosiddetta “morte dignitosa”, è saltata fuori, da parte di due persone a me care, l’accusa di ipocrisia. Secondo loro, i cattolici (ed io in quanto cattolico) sarebbero ipocriti perché… perché,

Can you feel my heartbeat… Nick Cave & The Bad Seeds a Roma

nick-cave-the-bad-seeds-201036077-300x300

Nick Cave è un pezzo importante della mia formazione. Sono un amante della musica sin da tenerissima età, una passione che mi ha trasmesso mia madre. Quando ero piccolo, ricordo che spesso mi parlava dei cantanti che a lei piacevano da ragazza, e mi citava Bob Dylan, i Beatles, Franco Battiato… Poteva essere il 1990 o giù di lì. Comprammo una radio col mangianastri, e con essa una serie di cassette vergini. Mia madre aveva l’abitudine di registrare dalla radio

« Articoli precedenti