Articoli di: Maurizio Patriciello

Il Presepe per tutti, credenti e non credenti

LA MANGIATOIA Francesco, il Papa della tenerezza, ancora una volta, ci chiede di non aver paura della tenerezza. E lo fa invitandoci ad allestire e contemplare il presepe “nei luoghi di lavoro, nelle scuole, negli ospedali, nelle carceri, nelle piazze». Per dire, senza bisogno di tante parole, che Dio, creatore e Signore del cielo e della terra, si è fatto un bambino bisognoso di coccole e carezze. Si è consegnato a noi, alla nostra carità, alla nostra responsabilità, nella sua

La differenza tra canti liturgici e inni politici

Il Signore Gesù si è messo nelle mani degli uomini, è vero. E gli uomini, tra loro, sono così diversi, per indole, cultura, età, gusti. È vero. Basta mettere insieme un piccolo gruppo di persone per un progetto comune e, dopo poco tempo, avvertiranno l’esigenza di darsi una regola, uno statuto. In questi anni, se non avessimo avuto l’argine forte della Costituzione, dai fiumi spumeggianti dei partiti politici avremmo non poche volte rischiato l’inondazione. In una società liquida come la

Il tratto distintivo di un cristiano: la gioia!

Fare centro. L’essere umano è affamato, assetato di gioia; la desidera, la cerca, la brama, anche quando non se ne accorge. E Dio lo sa. “Queste cose vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena” disse Gesù, parlando ai suoi discepoli. L’annuncio del Vangelo, perciò, deve essere fatto con gioia per la nostra gioia. Dio non si è accontentato di darci qualcosa della sua maestà, ha voluto svuotarsi di tutto per donarci