Articoli di: Giorgio Gibertini

Un piccolo “scalo” diventa, casualmente, un vero e proprio tuffo nel Medioevo

Da un cliente all’altro scegliendo di passare per l’interno delle colline marchigiane (precisamente da Montefano a Grottazzolina) mi sono imbattuto, per un errore mio di interpretazione del navigatore, nell’improvviso e ampio parcheggio di Montecosaro Scalo che si apre proprio di fronte alla Abbazia di Santa Maria a Piè di Chienti. Un rapido sguardo all’orologio mi ha permesso di capire che potevo prendermela con comoda, visto l’anticipo e quindi, scorgendo la porta dell’Abbazia aperta, ho deciso di fare una piccola sosta,

#Gnomeide: una bellissima “fiaba” per “entrare” nel mondo dei ragazzi di oggi

Una storia, anzi una fiaba, adattata al linguaggio e al tempo dei social network, con una narrazione iniziata per caso e finita per diventare un piccolo manuale utile a grandi e piccoli, a genitori e figli, a comprendere qualcosa di più della pianura sconfinata e confusa che rappresenta oggi per tutti la Rete. E’ quella raccontata nelle pagine di “#Gnomeide: salvate le mamme e i papà”, un libro divertente e divertito che indaga senza troppe pretese sulla complessità di un

Venerdi 19 ottobre presentazione e festa del Pineto United, il calcio popolare a Roma nord-ovest

Nel 1973 i comitati di quartiere occuparono il parco del Pineto per salvarlo dalla lunga mano della speculazione edilizia. Ad oltre 40 anni di distanza, siamo convinti che l’unione tra tutte le associazioni che hanno a cuore le sorti del parco sia ancora la strada maestra per difendere questa importante area verde. Pinacci Nostri, collettivo artistico della Pineta Sacchetti, ha avviato nel 2015 un progetto di street art partendo proprio dal Pineto, nella convinzione che promuovere eventi artistici e culturali

Dall’invisibile al visibile, al Maker Faire tutto è possibile

Difficile scegliere tra centinaia di espositori, migliaia di idee (molte meritevoli per davvero), decine di azzeccatissime creazioni (complimenti a tanti, dall’Esercito Italiano a Robotic Thunder passando per Polygonal e per tutti gli stands del padiglione sul riciclo e sugli orti urbani, ritornando dai chimici di Scienza Divertente Roma fino ai Droni ovunque e per tutto). Difficile e pericoloso fare elenchi, come sto facendo, perché sicuramente qualcuno lo si dimentica ma il consiglio dei Gibertini riunito nel viaggio di ritorno (ogni

Le ferme (dure) quanto dolci (amorevoli) parole di Papa Francesco sull’aborto

Come sempre i giornali hanno preso solo una frase dal contesto, quella più dura, tralasciando tutto il resto del discorso sul “Non uccidere” che, a mio parere, è uno dei più bei interventi di Papa Francesco sul tema della vita e che invito a leggere in forma integrale o qui sotto o sul sito Vatican.va Il passaggio più forte è sicuramente questo: “Si potrebbe dire che tutto il male operato nel mondo si riassume in questo: il disprezzo per la

“Lo Stato mi paga per essere down” dice Davide nel libro “Mio fratello rincorre i dinosauri”

Essendo, con molto onore e piacere, presidente della Giuria del Secondo concorso letterario :  “La diversità è ricchezza od ostacolo” organizzato dalla Associazione Pianeta Genitori di Venarotta, mi sono letto tutto d’un fiato, anche qui con piacere, il libro che ha ispirato il concorso ovvero “Mio fratello rincorre i Dinosauri” di Giacomo Mazzariol (edizioni Einaudi). Il libro racconta di come Giacomo vive l’attesa, la nascita e poi la crescita di suo fratello super eroe che viene al mondo con la

Al Chelsea Sarri obbliga i giocatori a stare la mattina coi figli e per ora la mossa è vincente

Maurizio Sarri è diventato da pochi mesi allenatore del Chelsea e ha vinto le prime due partite di campionato. Alcuni dicono che parte del segreto di questo primo successo (che ovviamente sarà criticato alla prima sconfitta) è dovuto al fatto che l’allenatore italiano ha lasciato la mattinata libera ai propri giocatori, invitandoli a stare con la famiglia, a giocare coi figli, per fare gli allenamenti prevalentemente nel pomeriggio. Clima più disteso, più rilassato e pare quindi proprio che a giovarne, per

Due anni dopo il terremoto, il bar Sibilla di Pretare è ripartito… altrove

Per salire al Monte Vettore bisogna passare per Pretare (frazione di Arquata del Tronto) che è (ops, era) un delizioso paesino (conosciuto anche come il paese della Fate) che si snodava in mezzo a molte case vista montagna e, proprio all’altezza del bar Sibilla, vi era una curva così stretta d’aver paura a farla con la sola vettura, una alla volta, a senso alternato. Oggi Pretare sembra un muto quanto immutabile agglomerato di macerie urbane e la strada si snoda

“Il mio indirizzo mail è: cielosplendente@gmail.com”. Addio Suor Chiara

“Allora mi mandi pure il progetto al mio indirizzo email: cielosplendente@libero.it” e mi fece il primo sorriso della giornata, un sorriso dolce che aveva colto nel pieno la ricchezza del nostro intento. Nell’ottobre del 2013 mi avvicinai alla “austera” Suor Chiara Rusteghini, economa della Congregazione delle Suore della Provvidenza Rosminiana, per presentarle un “progetto” per la gestione di una struttura alberghiera di loro proprietà. Mi presentai all’incontro, ottenuto con fatica, con un mio amico commercialista e lei ci accolse alla scuola

“Mi spiace per i tuoi amici della Croazia”, mi ha detto mio figlio Matteo

Ho provato a spiegare ai miei figli perchè, per tutti i Mondiali di Russia, ho tifato Croazia rivedendo nel volto di Rakitic, Modric, Subasic e via dicendo, tanti anni della mia vita. Ho provato a spiegare loro del mio “volontariato” nella ex Jugoslavia che ha avuto “sfogo” nel libro “Sretan Put – Buon Viaggio“. Ho provato a far vedere loro qualche foto e in ognuna il ritorno di quegli occhi tristi, dolci, orgogliosi che ho ritrovato in Mandzukic, Perisic, Brozovic….

« Articoli precedenti Articoli successivi »