Articoli di: Domenico Pierro

Quant’è grande un granello di senape?

Parola di Vita Introduzione al Vangelo della XXVII Domenica del Tempo Ordinario Luca 17, 5-10 Ai discepoli che iniziano a fare un po’ più sul serio e che fanno richieste più impegnative e profonde – 《aumenta la nostra fede》- rispetto a ‘chi tra loro fosse il più grande’, Gesù risponde ancora una volta in tono di benevolo ma fermo rimprovero: 《se aveste fede quanto un granello di senape ..》. Sì perché anche se dal ruolo si passa a chiedere la

L’amministratore disonesto: una simpatica e geniale parabola di Gesù

XXV Domenicadel Tempo Ordinario Lc 16,1-13 Un amministratore disonesto è preso da Gesù come modello del discepolo in gamba! Ma è uno scherzo? O Gesù ha preso un abbaglio o noi abbiamo ricevuto in consegna una pagina di Vangelo in piena contraddizione con lo spirito delle beatitudini e soprattutto in evidente contrasto con la morale del settimo comandamento, che ci impegna all’onestà circa le scelte economiche. Nessun inganno. Il Vangelo di Luca nel capitolo 16 ci fornisce una simpatica e

Il nostro Dio, pur di averci, ci cerca forsennatamente

La Buona Novella: Commento al VANGELO DELLA DOMENICA (A cura di Don Domenico Savio Pierro, studente di Cristologia alla Lateranense di Roma e collaboratore nella Parrocchia di San Lino Papa) XXIV Domenica del Tempo Ordinario Lc 15, 1-32 Tre perdite. Una pecora, una moneta e un figlio. In queste tre parabole sulla Misericordia, atteggiamento più grande del Dio di Gesù Cristo, ci sono anche tre ricerche: un pastore che si mette in cammino sulle tracce della pecorella, una donna che

Padre, non ci indurre più …  ma non abbandonarci nemmeno!

  E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Ancora per poco useremo questa espressione nel Messale Romano, e quindi anche nella recita del Rosario, o nella preghiera individuale del Pater noster, la preghiera cristiana per eccellenza. Non si tratta infatti di una formula spirituale o di una preghiera devozionistica, ma – come dicono i Padri – della Preghiera delle preghiere, il modello di ogni preghiera, insegnata ai discepoli direttamente da Gesù. La revisione del Messale, e in

A “quattr’occhi”: il Sinodo dei Giovani e l’icona di Bose citata da Papa Francesco

Papa Francesco ha detto ai giovani del sinodo: “C’è un’icona del Monastero di Bose, tanto bella  in cui si vede un monaco giovane che porta sulle spalle un anziano …” In questo breve tweet, o meglio nella prima parte di questo tweet di Enzo Bianchi, fondatore della Comunità monastica ecumenica di Bose (in Piemonte) si può cogliere il senso profondo del Sinodo dei Giovani. Con la sua potenza espressiva e comunicativa papa Francesco si rifà ad un’icona per parlare della questione