Articoli di: marzo 2017

Buona Festa del Papà soprattutto a te che sei stato un papà prezioso

festa-papa

Un giorno , sei decenni fa, sei diventato il mio papà.  Sono nata fra  le mani di medici e  ostetriche, da una mamma che mi ha proiettato nel mondo. Tu non mi hai vista subito, non era costume allora, non c’erano nursery  con vetri speciali. Ma sono nata  con un voto che avete fatto alla Madonna di Pompei, scegliendo me, se ci fosse stato pericolo al parto.  E  come me sono nati altri fratelli , cinque, tutti maschi.  Ti vedevamo

Quando sento dire che Dio è come un Padre

papa

Quando sento dire che Dio è come un Padre ho sempre i brividi dettati dal timore di non essere all’altezza di questo ruolo. Eppure la Grazia ha voluto che io fossi padre di tre figli naturali (cosiddetti) e di uno affidato e quindi sto imparando ad allargare il mio orizzonte di Paternità. Prego per avere Dio come modello provando ad imitarlo in modo che conoscendomi si possa continuare a parlare di Dio come un Padre. Buona Festa dei Papà a

I Capelli bianchi mi parlano

capelli-bianchi

Il primo capello bianco spuntó prima dei 20 anni… Lì nascosto in mezzo agli altri, era estate e pensavo fosse biondo ed invece no, era proprio bianco! Bello fiero di venirmi a dire ” A giovincella vedi che non sarai giovane per sempre!” … Poi un pochino di tregua, tanto c era sempre lui a ricordarmi a cosa andavo incontro. I primi 3 anni di lavoro, ecco altri 3 capelli bianchi, poi stop… Come a dire ” se te ne

Cuore di mamma

miriam

E’ arrivata come una pioggia estiva,improvvisa a bagnare la terra arsa dal sole e riportare la vita. I suoi occhioni curiosi, le sue manine strette nei pugni a rivendicare il diritto di esistere…e intanto il tempo passava e lei cresceva bella e intelligente, nulla avrebbe fatto presagire quanto poi è accaduto. In un lampo catapultate in un’adolescenza impetuosa, drammatica, fatta di rifiuti e ribellioni, di angosce e lacrime. Poi, come una pallina su un piano inclinato,senza ostacoli né attrito l’ho

Dal marito si divorzia, dalla laurea no

bonanni

“Dal marito si divorzia dalla laurea no” questa frase è uscita dalla mia bocca nell’estate del 2009, fresca di laurea specialistica, lavoratrice instancabile già da un anno circa, in risposta a chissà quale domanda, però ricordo bene che sono stata proprio io a pronunciare quelle parole… Ci ho creduto per molto tempo, pur essendo fidanzatissima, innamorata etc etc di quello che poi divenne mio marito. Poi in un lampo il 2015, una bambina, la mia bambina, e non ho visto

Quei due aerei hanno dipinto una Croce in cielo

croce-in-cielo2

Tornando da uno dei miei ultimi viaggi a Napoli, all’altezza di Castrocielo, due aeroplani in volo sopra di me si sono incrociati disegnando nel cielo una Croce. In quel preciso momento stavo parlando al telefono con un amico, gli stavo raccontando della nostra storia di affido e, di tutta risposta, lui mi stava ringraziando per averlo rincuorato, per avergli portato un po’ di speranza, per avergli fatto credere ancora nel futuro. E’ stato poi lui, ignaro del fatto che fossi

Il vulcano Vesuvio per loro è come un Padre

vesuvio

Compirà 40 anni lui quest’anno e mi racconta la sua terra conducendomi da Pompei a Sorrento e parlando di tutte quelle meraviglie lì attorno, sia di quelle che si vedono che di quelle che stanno un po’ più nascoste. A far da custode attento a tutto questo c’è lui, “quel Signore che hai nominato prima”, mi dice: il Vesuvio. Ho capito chi è per loro (e da adesso anche per me) il Vesuvio solo dopo questo ennesimo viaggio di lavoro

I papaveri del sisma

17098418_10212153613906086_7215898670542362817_n

Questa mattina in stazione ho visto dei “papaveri alti alti” sorreggere l’ingresso della mia città. Sono “un po’ neri, un po’ rossi e un po’ capovolti”. Sono cresciuti di recente e anche molto rapidamente. Non sapevo esistessero dei fiori tanto robusti. L’ultima volta che sono entrata qui era un sabato, il Natale alle porte e tanta gente al mercato. Non so dirvi se i papaveri fossero già maturi. Cercavo un libro da regalare e non dovevo partire. Ma oggi la

8 Marzo (festa della donna) con le donne di Nomadelfia

00225-01

A noi piace festeggiare la figura e la dignità della donna ricordando un altro 8 marzo della nostra storia, quello del 1948, quando 113 bambini del brefotrofio di Roma trovarono nelle donne di Nomadelfia, finalmente, l’amore gioioso e totale di una mamma. “…Resta ancora indelebile il ricordo di quei piccoli volti di bambini tristi incontrati al brefotrofio. Bambini privi di vitalità perché non avevano ricevuto quel giusto calore, quell’amore nutritivo e quelle premure che sono alla base della vita e

Quell’insana nostalgia degli anni ’90: Trainspotting 2

53307

“Scegli la vita. Scegli un lavoro. Scegli una carriera. Scegli una famiglia. Scegli un maxi televisore del ca**o. Scegli lavatrici, automobili, lettori cd…. Ma perché dovrei scegliere una cosa del genere?” Per chi, come me, è stato adolescente durante gli anni ’90, Trainspotting di Danny Boyle, ha rappresentato un vero e proprio pugno nello stomaco, qualcosa di figo e nello stesso tempo pericoloso. Tratto dall’omonimo romanzo di Irvine Welsh, e ambientato in una decadente Edimburgo, il film metteva sul grande

Articoli successivi »