Articoli di: settembre 2016

Dopo 48 anni di matrimonio mio padre corteggia ancora mia madre

amore_

L’Amore è una profonda certezza, una grande emozione che ci rende felici. Ci vuole coraggio per amare davvero tanto e “finché morte non ci separi”. Un “per sempre” è un fiore che non appasisce mai, qualcosa di unico dove le abitudini sono privilegi, dove la stanchezza diventa ogni volta un ballo diverso. I miei genitori oggi festeggiano 48 anni di matrimonio con 3 figli concepiti. Mio fratello è morto di una malattia incurabile e per loro è stato difficile superare

Le silenziose Maddalene dei nostri quartieri

maddalena

Io la conoscevo poco, Maddalena, perchè l’ho incrociata qualche volta aiutare il marito Giancarlo al negozio di barbiere dove da 13 anni vado, saltuariamente. Stesso presso, stesso posto, stessi silenzi, stesse chiacchiere e poi lei che passava, tra un cliente e l’altro, a raccogliere i capelli e tornava alle sue faccende. Ho saputo della sua malattia (del ritorno della sua malattia) troppo tardi, ho saputo della sua morte che eravamo via, non ho potuto portarle un saluto ma oggi, nella

Fertility Day: l’incapacità di comunicare non cancella il significato della giornata

fertility-day

Provo ad entrare in punta di piedi, come un elefante in una cristalleria, in questo argomento delicato che ha messo in crisi intere amicizie. Il Fertility Day è brutto come nome, è brutta come idea e la si è anche comunicata peggio. Punto e a capo. Però apprezzo il tentativo del Ministro Lorenzin di dire due cose semplici, naturali: la prima è che il tasso di natalità nel nostro paese è quasi pari a zero (chi vi scrive ha tre

Il bambino nella scatola di scarpe

bambino-nella-scatola

Mi succede spesso di usare scatole grandi o piccole, belle o brutte per riporre cose  che voglio conservare o preservare: articoli, lettere, foto ma anche oggetti. Tutte cose dalle quali faccio fatica a separarmi e alle quali, per qualche motivo tengo particolarmente. E’ forse per questo che la notizia letta stamane di un neonato abbandonato, ritrovato poi in una scatola nell’androne di un vecchio palazzo genovese mi ha così tanto colpito! Negli ultimi tempi di bambini abbandonati, purtroppo spesso in

U2: quarant’anni suonati in nome dell’amore!

60

Era il 25 settembre del 1976, quando un giovanissimo adolescente appassionato di percussioni, Larry Mullen Jr, affisse un volantino nella bacheca della Mount Temple School di Dublino, in cui esprimeva il desiderio di fondare un gruppo rock. Dava appuntamento per il sabato successivo a casa sua a chiunque fosse interessato all’iniziativa. A quell’appuntamento si presentarono due fratelli, Dave e Dik Evans, entrambi appassionati di chitarra (tanto che se ne costruirono una), un giovanotto stralunato, proveniente da una famiglia inglese trasferitasi

Il Cristo seduto sulla Croce

cristo-seduto-di-sandro-pierantozzi

Il mio luogo del silenzio, e della meditazione, oggi l’ho trovato casualmente, quindi provvidenzialmente, come spesso accade a casa di un parente di un amico di mia moglie, zona Trullo in Roma. Venendo quest’ultimo da Venarotta con un carico di “cose dimenticate” per noi, mi sono soffermato per un saluto e un caffè offertoci dal padrone di casa, Sandro Pierantozzi. Quando poi il mio sguardo si è posato sulla parete della sala ho scoperto questo Crocifisso sul muro, particolare, con

Buon anno scolastico!

10-_cervo_im_scuola_elementare_giochi_allaperto_anni_cinquanta

In molte scuole d’Italia oggi suona nuovamente la campanella che annuncia l’inizio delle lezioni. A tutti i bambini, gli adolescenti e i ragazzi che da oggi torneranno sui banchi di scuola auguro un anno pieno di sorprese, di curiosità, di passione, di amore. Il tempo della scuola è faticoso, ma straordinario, perché è il tempo della crescita, del cambiamento. La cultura serve a questo: a capire chi siamo veramente, e a vedere meglio dove vogliamo andare, e a fornirci gli

Lettera a mia figlia a pochi giorni dall’inizio della scuola

image

Cara Agata, ti scrivo questa lettera che vuole raccogliere speranze ed emozioni a pochi giorni dall’inizio della scuola. Mi auguro possa essere per te un cammino bellissimo. Che le tue curiosità trovino risposte ed insieme ne creino altre, in un incessante vortice di interrogativi e conoscenza. Sai che non è semplice lasciarti andare? Non fraintendermi. Non c’è, da parte mia, nessun desiderio nel trattenerti, sia chiaro. Razionalmente sono prontissima ad accompagnarti nel tuo percorso scolastico. La mia mano ad un

Non esistono più errori di ortografia, è tutta colpa del T9

ha-stato-il-t9

Ho il maledetto vizio di correggere gli errori ortografici e grammaticali di chi scrive o un post su facebook o peggio ancora messaggi in whatsapp. Non sopporto leggere l’apostrofo dopo un maschile (spesso) o le “h” quando non ci vogliono. E’ una cattiva abitudine, la mia, lo so, che ogni tanto mi porta a guadagnarmi qualche vaffa. Però non ci posso fare niente. Quando sono in buona poi correggo “fraternamente” in privato, se no mi diletto in pubblico. Mi capita

Santa Madre Teresa di Calcutta “Il più grande distruttore della Pace è l’aborto”

Mother-Teresa-of-Calcutta

L’11 dicembre 1979, madre Teresa ricevette il premio Nobel per la pace, un riconoscimento per il suo servizio per e con i poveri, per il tempo speso con quelli che il mondo considerava “intoccabili”. Madre Teresa ha lavorato per la pace in molti modi essenziali: “Una caratteristica del suo lavoro è stato il rispetto dell’essere umano, per la sua dignità e il valore innato, il suo impegno per l’inviolabilità della dignità di ogni uomo”, si legge nella motivazione del premio. A Oslo, ricevendo il prestigioso riconoscimento, la

« Articoli precedenti