Articoli di: luglio 2016

La Rampa di Lancio sul Lago di Vico…e già ti sembra di volare

vico1

Ho scoperto un altro piccolo grande luogo ricco di bellezze grazie al suo panorama mozzafiato sul lago di Vico, alla frescura dei quasi 900 mt di altitudine, al vento forte che non stava un attimo in silenzio quasi volesse spingerti sulla Rampa di Lancio che viene utilizzata dagli appassionati del Deltaplano. Nella solitudine di questa giornata mi sono lasciato più volte avvolgere dal vento, a braccia aperte, come volessi andare via e ad occhi aperti ho cominciato a immaginarmi in

La mia preghiera per la Puglia

130625907-10e0d868-87bf-46f5-86c7-d277daa57171

Ѐ notizia di questa mattina lo scontro frontale di due convogli in Puglia, tra Andria e Corato, sulla linea della Bari Nord, che collega Barletta a Bari, passando per i paesi dell’entroterra del nord barese. Il treni trasportavano perlopiù lavoratori e studenti, che dai paesi dell’entroterra si recavano a Bari. Le cause dello scontro sono ancora da chiarire. C’è chi parla di un errore umano, dovuto forse ad uno stop non rispettato da una delle due vetture, su una linea

Annuncio sportivo per ogni mamma e papà: cari genitori, lasciateci giocare

cari genitori

E’ comparso un cartello sul campo grande del centro sportivo dove ogni giovedì sera i nostri 40 anni (alcuni anche 60) si sfidano a calciotto o calcetto e su questo striscione c’è scritto: “Cari genitori, lasciateci giocare”. Ho fatto anche io la foto sia perchè sono genitore e ci tengo molto che i miei figli giochino a calcio per divertirsi, sia perchè sono giocatore e da sempre i “miei” temono che mi possa fare male. Ammiro Vincenzo, 60 anni, che

Il caso di Fermo. “Non lasciamoci rubare l’Umanità!”

210501611-93876991-03cb-4a1e-a507-c2abec01d53d

In questi giorni stiamo riflettendo su ciò che è accaduto qualche sera a fa a Fermo. Le prime notizie giunte ci hanno comunicato la tragica morte di Emmanuel Chidi Namdi, trentaseienne cittadino nigeriano, che era riuscito ad andare via dal suo Paese di origine, in questi ultimi tempi vittima delle violenze sanguinarie dei terroristi di Boko Haram. Il giovane Emmanuel era arrivato in Italia in compagnia della moglie Chinyery, ed erano ospiti della comunità diocesana fermana presso il Seminario Arcivescovile,

Ponte Felcino: bastano pochi passi ed ecco la musica del Parco Fluviale del Tevere

ponte felcino2

Bastano pochi passi. Ci si lascia alle spalle la Zona Industriale di Ponte Felcino e ci si addentra (è proprio il caso di dirlo) nella prima parte del Parco Fluviale del Fiume Tevere. Qui ho poggiato su una panchina non solo le mie ossa accaldate ma pure tre panini e un cannolo al cioccolato regalatimi da un cliente e mi sono concesso, a piedi nudi, il mio pranzo e la mia passeggiata accompagnato di numerose, ma non fastidiose, cicale. Ogni

Elogio del rimprovero

sindaco-cerignola.600

Sta girando per la rete un video che riprende Franco Metta, sindaco di Cerignola (FG), che rimprovera duramente un bambino. Lo tiene per quasi un quarto d’ora e lo ricopre di insulti, tra i quali vola anche qualche parolaccia. La sua ira è stata scatenata dal fatto che il bambino abbia detto con vanto e con orgoglio di essere stato bocciato a scuola. Il sindaco si è lasciato andare ad una serie di rimproveri molto coloriti, tra i quali il

“Alla vostra religione del terrore rispondo con il Vangelo del Perdono”

vangelo e corano

Dacca, Simona Monti (una delle vittime della strage) don Luca (il fratello) e il Centuplo su questa terra: “Più che piangere mia sorella che non c’è più, piango questo mondo bagnato di sangue e ubriaco di violenza. Alla vostra religione del terrore rispondo con il Vangelo del perdono, sperando che questo “martirio” familiare e il sangue di Simona contribuisca a creare un mondo più giusto e fraterno. L’amore di Dio regna e con esso la fede nella resurrezione. Grazie a

Un tuffo pieno di emozioni: La canzone del mare

image

Premessa breve quanto d’obbligo. Amo andare al cinema. Ogni volta che posso, vado. Anche da sola, ma soprattutto con mia figlia. La scorsa settimana, senza troppo entusiasmo, siamo state a vedere Angry Birds e siamo uscite dalla sala più soddisfatte di quando siamo entrate. Cartone molto infantile e a tratti forse un po’ sciocco ma nel complesso educativo. Quindi gli abbiamo dato la sufficienza. L’altra sera invece siamo state a vedere “La canzone del mare”. Niente a che fare con

Dal “Non abbiate paura” del Papa al “Non dovete avere paura” di Vasco

vasco

A fatica mi sono ripreso dal concerto del Komandante Vasco Rossi di qualche giorno fa a Roma. Inutile dire che quando ti piace un cantante accetti quasi tutto di lui, se invece non ti è simpatico va tutto male quindi so che questo mio buongiorgio è sicuramente di parte. Però lo scrivo lo stesso. E’ il mio quarto concerto di Vasco Rossi in questi anni, il primo risale ad oltre 20 anni fa, l’ultimo a lunedi scorso appunto. Vasco è segnatamente

Articoli successivi »